Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:55 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Emissioni di CO2: l'impatto di internet, cloud e streaming sul riscaldamento globale e come ci ingannano i big del web

Attualità mercoledì 19 maggio 2021 ore 18:54

Green pass anche dopo la prima dose di vaccino

Varrà fino alla somministrazione del richiamo e poi per altri 9 mesi. Non servirà solo per viaggiare ma anche per partecipare a cerimonie ed eventi



ROMA — In attesa di sapere come funzionerà il green pass europeo per viaggiare all'estero che dovrebbe essere messo a punto dalla Commissione europea entro il mese di Giugno, nel nuovo decreto anti-Covid del governo appena pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale si legge che il green pass italiano, denominato certificazione verde, sarà rilasciato anche dopo la somministrazione della prima dose di vaccino, con validità da 15 giorni dopo (il tempo di sviluppare i primi anticorpi) fino al giorno della dose di richiamo. In attesa che venga predisposto un vero e proprio documento, chi ha ricevuto solo una dose potrà esibire il certificato che viene già rilasciato da tutte le Asl toscane dopo la somministrazione.

Una volta ricevuta anche la seconda dose, la certificazione verde varrà per altri 9 mesi e non servirà solo per viaggiare ma anche per partecipare a cerimonie e a feste per matrimoni, battesimi, comunioni. Il governo sta lavorando anche per regolamentare l'uso della certificazione verde per accedere a convegni, congressi, eventi sportivi, concerti e discoteche.

Ovviamente queste regole valgono per i vaccini che prevedono la dose di richiamo, ovvero quelli prodotti da Pfizer, Moderna e AstraZeneca mentre per quello monodose di Johnson&Johnson i 9 mesi scattano 15 giorni dopo l'inoculazione.

I guariti dovranno invece esibire un certificato di avvenuta guarigione mentre coloro che non si sono vaccinati dovranno esibire un tampone molecolare o antigenico negativo effettuato nelle 48 ore precedenti.

In caso di viaggi all'estero, si dovrà comunque rispettare le prescrizioni anti-Covid previste dai singoli Paesi e la certificazione verde o il green pass europeo potrebbero non bastare: molti governi sono orientati a richiedere comunque il tampone negativo effettuato entro 48 ore dall'arrivo, regola peraltro in vigore attualmente anche in Italia fino al 30 Luglio.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tre gravi incidenti in poche ore si sono verificati nella giornata di oggi, due nell'Aretino e uno nel Senese. Sono tutti e tre ricoverati in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità