Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE20°32°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 14 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Saman Abbas, le immagini dei genitori a Malpensa in fuga verso il Pakistan

Cronaca mercoledì 03 febbraio 2021 ore 19:20

Guerriglia in centro, la Digos bussa alla porta

Eseguite 19 misure cautelari nei confronti di persone che parteciparono agli scontri, tutte vicine all'area anarchica, fra cui 7 arresti domiciliari



FIRENZE — La polizia ha dato esecuzione a 19 misure cautelari nei confronti di persone coinvolte nella manifestazione anti-governativa avvenuta la notte del 30 Ottobre scorso nelle vie più centrali della città. Si tratta di 7 arresti domiciliari, 7 obblighi di dimora con divieto di allontanamento dalle 20 alle 7 e 5 obblighi di firma.

Nel corso degli scontri, durati oltre tre ore, rimasero feriti 5 agenti, 8 mezzi della polizia furono danneggiati e l’amministrazione comunale calcolò in circa 30mila euro l’ammontare dei soli danni a beni pubblici, arredi urbani e segnaletica stradale.

Grazie a estrapolazioni fotografiche e video, la Digos ha potuto documentare e identificare le 19 persone oggetto delle misure cautelari, tutte riconducibili agli ambienti anarchici fiorentini e di età compresa tra i 20 ed i 31 anni. 

I reati contestati, a vario tiolo, sono danneggiamento di beni pubblici e privati, resistenze, violenze e lesioni a pubblico ufficiale, fabbricazione e lancio di ordigni incendiari.

I fatti. Piazza della Signoria, via Calzaiuoli, piazza della Repubblica e piazza Duomo sono state teatro di una protesta “anti-sistema” che ha visto radunarsi centinaia di persone sull’onda di analoghe manifestazioni in altre città con attacchi alle forze dell'ordine e danneggiamenti.

Le indagini sono partite la notte stessa ed è subito emerso il ruolo di una componente politicizzata ed afferente al circuito anarchico fiorentino, oltre a soggetti privi di connotazione estremistica, individuati negli ambienti della criminalità comune.

La notte di guerriglia ha visto consistenti assembramenti in tutta la zona di via Calzaiuoli, piazza della Repubblica, via Strozzi finalizzati a contrastare l’opera delle forze dell'ordine ed a bersagliare gli agenti con oggetti contundenti procurati dal danneggiamento di arredi urbani, segnaletica stradale, selle di biciclette, pali stradali e culminato con il lancio di tre bombe molotov in via dell’Albero.

L’azione di contrasto ha portato al fermo, identificazione ed accompagnamento in Questura di 20 soggetti, subito denunciati e sottoposti a misure cautelari tutt’ora in atto e all’arresto di 4 persone tra cui l’autore del lancio delle bottiglie molotov.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il recupero dell'uomo ferito è stato difficilissimo perché è caduto in una zona difficile da raggiungere e dove non c'era segnale telefonico
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità