Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE18°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità giovedì 25 febbraio 2021 ore 18:00

In arrivo i rimborsi dell'Extra Cashback di Natale

Sono migliaia i toscani che hanno già ricevuto il bonifico sul conto corrente del rimborso maturato con gli acquisti effettuati a Dicembre



TOSCANA — Controllate il conto corrente: potrebbe esservi già arrivato l'accredito dell'Extra Cashback di Natale, ovvero il rimborso fino a 150 euro del 10% di quanto speso sugli acquisti effettuati nei negozi e nei centri commerciali dall'8 al 31 Dicembre e pagati con carte di credito e bancomat.

L'invio dei bonifici è già iniziato e lì per lì, quando lo si inquadra sull'estratto conto, è davvero una sorpresa. Impossibile non pensare: "Ma allora funziona!". Il mittente è la Consap, la concessionaria che gestisce il servizio, e la causale è, appunto, Cashback di Stato.

Il Cashback è un'operazione lanciata nel 2020 dal governo Conte per scoraggiare l'uso del contante e quindi l'evasione fiscale, incentivando al tempo stesso le compere nei negozi: gli acquisti on line sono esclusi dal rimborso.

Per il Cashback di Natale erano stati stanziati 228 milioni di euro che hanno interamente coperto i 222,6 milioni di rimborsi maturati dagli iscritti al programma, 5,8 milioni di cittadini che hanno effettuato a Dicembre 63 milioni di transazioni elettroniche. Numeri elevatissimi che testimoniano il successo dell'iniziativa.

Dal primo Gennaio 2021 è iniziato il Cashback standard, finanziato dal governo con un miliardo e 750 milioni di euro: il meccanismo è identico a quello di Natale ma i rimborsi vengono maturati ogni 6 mesi e si devono fare almeno 50 acquisti. 

Per partecipare al Cashback di Stato bisogna scaricare sul proprio telefono cellulare la app IO per i pagamenti alla pubblica amministrazione (e non altre), registrarsi tramite l'identità digitale Spid e infine inserire l'Iban del proprio conto corrente più le carte di credito o bancomat che si vogliono utilizzare. E' quindi necessaria un po' di dimestichezza digitale ma, alla fine, ne vale la pena.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un effetto collaterale che si è verificato nella studentessa è quello di aver sempre sete. Il virologo Pregliasco l'ha presa in cura
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità