Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 02 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
A Bakhmut, con i soldati ucraini sotto l'attacco dei miliziani russi della Wagner

Lavoro mercoledì 09 marzo 2022 ore 19:15

In Toscana vanno all'asta 2.200 ettari di terreni

Si tratta di terreni di proprietà di Ismea e sranno venduti per spingere il ricambio generazionale e favorire l'occupazione in agricoltura



TOSCANA — Il direttore generale di Ismea, l'istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare, Maria Chiara Zaganelli, ha annunciata la messa all'asta di 2.229 ettari di terreni di sua proprietà e situati in Toscana. 

L'obiettivo dell'operazione della Banca delle Terre è continuare a sostenere il ricambio generazionale in agricoltura e  favorire l’occupazione e l’innovazione nelle campagne. 

Su 2.229 disponibili, 816 si trovano in Provincia di Grosseto (36%). Seguono Arezzo con 693 ettari, Firenze con 258 ettari, Siena 220, Pisa 117, Pistoia 18 e Massa Carrara 7 ettari. 38 terreni sono al primo tentativo di vendita,2 al quarto tentativo.Valore d’asta complessivo circa 22 milioni di euro

L'annuncio è arrivato nel corso dell'evento “L’agricoltura è già donna. Storie, strategie ed economia circolare” promosso da Coldiretti Toscana e Donne Impresa Coldiretti, si è tenuto a Firenze. 

“La disponibilità fondiaria è il muro più grande per chi vuole avviare un’attività agricola, e lo è soprattutto per i molti giovani senza una storia agricola alle spalle che quotidianamente si interfacciano con le nostre strutture, su tutto il territorio regionale, alla ricerca di terreni, finanziamenti, opportunità e consigli per sviluppare i loro progetti imprenditoriali - ha commentato Fabrizio Filippi, presidente Coldiretti Toscana - Partire da zero, senza la disponibilità di terreno, è molto più complicato. Con il quinto bando di Ismea potrebbero nascere, nella nostra regione, 43 nuove aziende agricole”.

Per incoraggiare i giovani ad inseguire il loro sogno la Banca delle Terre, instituita nel 2016 per agevolare l’incontro tra domanda e offerta di terra, consente di pagare il prezzo del terreno a rate fino a un periodo massimo di 30 anni. 

“In Toscana i giovani che hanno investito nell’agricoltura sono oggi oltre 2.700 con un trend in crescita ed in controtendenza rispetto all’andamento nazionale - ha spiegato Filippi - Dalla Banca delle Terre ci aspettiamo una nuova ed ulteriore spinta al processo di ricambio generazionale che è già in atto nelle nostre campagne”.

Per presentare le manifestazioni di interesse per la quinta edizione della Banca delle Terre Agricole c’è tempo fino alle ore 24 del 5 Giugno 2022. Il bando è stato aperto il 7 marzo. 

Dopo l’invio della manifestazione di interesse si può partecipare alla procedura di vendita presentando una propria offerta economica. Per i terreni che non sono al primo tentativo di vendita è prevista la possibilità di effettuare offerte anche al ribasso, per un massimo del 25% del valore a base d’asta per i terreni al secondo e terzo tentativo e del 35% per quelli al quarto incanto. 

Sul sito  https://www.ismea.it/banca-delle-terre è possibile consultare le modalità di partecipazione, le caratteristiche dei terreni ed inviare le manifestazioni di interesse.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno