Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:36 METEO:FIRENZE19°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 27 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, caos dopo il derby: Mourinho furioso lascia la conferenza stampa

Cronaca lunedì 27 giugno 2016 ore 19:52

Fiumi di cocaina da Santo Domingo alla Toscana

Stroncata un'organizzazione internazionale di trafficanti di coca colombiana con base nel Valdarno. Rifornivano dalla Toscana tutto il nord Italia



AREZZO — A guidare il traffico di cocaina tra la Repubblica Dominicana e l'italia due domenicani residenti nel Valdarno, arrestati dai carabinieri di Arezzo per traffico illecito di cocaina e riciclaggio di denaro.

Un'organizzazione di trafficanti operante nella provincia di Arezzo con diramazioni a Perugia, Pordenone, Udine e Treviso e con basi operative dislocate in Spagna, in particolare modo a Madrid: sono 27 persone indagate a vario titolo, tra cui 4 arrestate in flagranza di reato, dai carabinieri di Arezzo.

I trafficanti importavano la droga da Santo Domingo via Spagna.

La droga veniva introdotta in Toscana attraverso messi che facevano viaggi settimanali trasportando ingenti quantitativi di cocaina, in parte sequestrati durante le indagini iniziate nel 2011. 

Gli acquirenti abituali provenivano da Arezzo, dall'Umbria, dal Veneto e dal Friuli Venezia Giulia. 

I soldi proventi della vendita e dell'acquisto dello stupefacente venivano fatti transitare su "money transfer" intestati a compiacenti domenicani che provvedevano a girarli ai fornitori spagnoli.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gravi danni in Toscana per il maltempo. Alberi sradicati, strade allagate, auto distrutte. Evacuate 3 famiglie per il crollo di un ponteggio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità