Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 13° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
mercoledì 26 febbraio 2020

Cronaca martedì 20 dicembre 2016 ore 15:30

La tratta dell'oro nero tra Arezzo e la Spagna

Un milione di euro in lingotti e lamine per un peso di 76 chili: la Guardia di Finanza ha stroncato un traffico di oro tra la Toscana e la Spagna



AREZZO — Ventisette chili di lingotti e lamine in oro puro, privi di punzonatura identificativa, per un valore di un milione di euro, sono stati sequestrati dalla guardia di finanza nell'ambito di un'operazione internazionale di polizia, in collaborazione con la Guardia Civil spagnola e gli organismi Europei Europol ed Eurojust e della Procura di Arezzo.  Nel blitz è finito in manette un imprenditore aretino. Perquisizioni ed arresti sono stati portati a termine in Spagna, Portogallo, Italia e Slovenia. Nelle indagini ad Arezzo, in due occasioni, è stato trovato il metallo prezioso, occultato in nascondigli.

L'aretino "proprietario" del tesoretto è stato arrestato in Spagna dove, nella sua disponibilità, sono stati individuati e sequestrati in una cassetta di sicurezza altri 50 chili di oro puro.

L'aretino è stato arrestato in Spagna: nella sua disponibilità, sono stati individuati e sequestrati in una cassetta di sicurezza altri 50 chili di oro puro. 

Il gruppo, che operava in Spagna ma era guidato da cittadini residenti ad Arezzo, frodava il fisco attraverso una rete di aziende localizzate in tutta Europa che non versavano l'Iva grazie a un giro di fatture false. La frode ha consentito all'organizzazione di non versare all'Erario di circa 20 milioni di euro.

Gli accertamenti sul territorio italiano hanno messo in evidenza l'attivo coinvolgimento nel sistema di frode di un'azienda aretina, che, attraverso la vendita "in nero" di oro puro, che riciclava i proventi della frode perpetrata in territorio spagnolo.

Inoltre, la costante attività di stretta collaborazione internazionale ha permesso di appurare che l''organizzazione era presente nel circuito delle gare motociclistiche mondiali, attraverso la sponsorizzazione di due scuderie di moto.



Tag

Coronavirus, lo spot con Amadeus: «Osserviamo le regole e aiutiamoci, insieme ce la facciamo»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità