Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:FIRENZE15°29°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 13 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Turchia, cabinovia urta un palo: un morto e decine di persone bloccate

Attualità mercoledì 11 gennaio 2023 ore 13:00

Bolkestein, i balneari toscani chiamano Roma

Foto di repertorio

Cna Balneari chiede un confronto al Governo sulla Bolkestein: “Servono la mappatura delle spiagge libere e la proroga al 31 Dicembre”



LIVORNO — Si svolgerà in Toscana entro Gennaio una nuova assemblea delle imprese del settore balneare per organizzare le azioni da intraprendere verso il Governo per ottenere la proroga almeno al 31 Dicembre della sospensione della attuali concessioni.

Ad annunciarlo è la presidente di Cna Balneari Toscana Ilaria Piancastelli, livornese. “Occorre istituire un tavolo di confronto con il governo per evitare l’applicazione della cosiddetta direttiva Bolkestein attraverso una mappatura delle concessioni che rilevi la disponibilità della risorsa spiagge per nuove iniziative imprenditoriali e, nel contempo, garantisca la continuità aziendale per gli attuali titolari di stabilimenti balneari. Cna ritiene necessario anche sospendere il termine di scadenza delle attuali concessioni, fissato al 31 Dicembre prossimo dalla legge annuale per il mercato e la concorrenza. La proroga sarà necessaria anche per trattare in sede europea la soluzione definitiva al problema. Un sistema informativo di rilevazione (mappatura) delle concessioni di beni pubblici, comprese le aree demaniali libere affidabili in concessione, non potrà che restituire la giusta e necessaria informazione sul grado, a nostro giudizio molto ampio, di disponibilità della risorsa spiagge attualmente presente in Italia. Questa mappatura consentirebbe al potere esecutivo e legislativo di attuare un’analitica riforma del demanio marittimo, fluviale e lacuale a finalità turistica”.

Come spiega infine Piancastelli, “la riforma potrà così contemplare una programmazione per il rilascio di nuove concessioni e i criteri di stabilità per gli attuali rapporti concessori da non assoggettare alla direttiva Bolkestein in quanto precedenti al recepimento della stessa”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno