Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE16°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 04 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dentro Bakhmut deserta, tra colpi di artiglieria e carri armati. Qui il centro della battaglia per il Donbass

Attualità sabato 18 giugno 2022 ore 18:20

Corteo dei 30mila al Toscana Pride

Fuori e sempre controvento è lo slogan del 2022 a 50 anni dalla prima manifestazione in difesa dei diritti e della dignità delle persone omosessuali



LIVORNO — La Toscana dei diritti si è radunata a Livorno per la sfilata del corteo del Toscana Pride all'insegna dello slogan "Fuori e sempre controvento" che contrassegna l'edizione 2022. 

Lo slogan richiama la ricorrenza del cinquantesimo anniversario di un evento storico avvenuto a Sanremo il 5 Aprile del 1972: la prima manifestazione italiana in difesa dei diritti e della dignità delle persone omosessuali, la protesta del F.U.O.R.I Fronte Unitario Omosessuale Rivoluzionario Italiano passata alla Storia come la Stonewall Italiana. Il primo Pride a Pisa nel 1979.

Il Comitato Toscana Pride ha parlato di 30mila persone "Dopo tre anni di stop a causa della pandemia, è esplosa la nostra voglia di Pride. Non ci aspettavamo una partecipazione così ampia. Abbiamo scritto una pagina di Storia di questa città e della nostra Toscana. Grazie a tutte le persone che con la loro presenza hanno voluto testimoniare l’impegno quotidiano nella lotta alle discriminazioni e all’odio. Insieme alla società civile alleata e presente in massa, la comunità arcobaleno ha dato una risposta colorata e pacifica ai venti d’odio che soffiano già da qualche tempo sul nostro Paese. A chi vuol farci indietreggiare sulla strada dei diritti, a chi applaude per aver affossato una legge di civiltà, a chi costruisce la propria politica sui NO e sui muri, abbiamo fatto sentire la nostra voce forte ed unita. Chi ci descrive come una minaccia all’ordine pubblico e al pubblico decoro, chi ci vorrebbe silenti e conformi, oggi ha perso. Veniamo al Pride per portare avanti il sogno di libertà di Sylvia, Marsha e di tutte le altre ragazze di Stonewall e per rivendicare diritti e tutele per chi non ne ha o ne ha solo a metà. Per Cloe Bianco e per tutte le persone che come lei, hanno pagato a caro prezzo la propria libertà, noi resteremo sempre FUORI con il nostro orgoglio e la nostra viabilità e Controvento resistendo ad ogni tentativo di cancellarci, invisibilizzarci, normalizzarci".

Il Comitato organizzatore composto da: AGEDO Toscana, Arcigay Arezzo "Chimera Arcobaleno", Arcigay Firenze “Altre Sponde”, Arcigay Livorno, Azione Gay e Lesbica (Firenze), Collettivo Asessuale Carrodibuoi, Consultorio Transgenere (Torre del Lago), Famiglie Arcobaleno (Toscana), IREOS Comunità Queer Autogestita (Firenze), L'Asterisc* Arcigay Prato-Pistoia, LuccAut (Lucca), “Movimento Pansessuale” Arcigay Siena, Pinkriot Arcigay Pisa, Polis Aperta e Rete Genitori Rainbow.

9 carri di cui 6 delle associazioni del Comitato: Agedo, Arcigay Livorno, Arcigay Firenze “Altre Sponde” Ireos comunità queer autogestita, Arcigay Arezzo-Chimera Arcobaleno e l'immancabile trenino delle Famiglie Arcobaleno. Sono più di130 le realtà che hanno aderito al Toscana Pride, tra loro, molte conferme come ARCI, CGIL, UISP e ANPAS. Più di 50 esercenti hanno aderito al Toscana Pride, sostenendo la manifestazione con vetrine rainbow e convenzioni. 

L'assessora della Regione Toscana, Alessandra Nardini, con delega alle pari opportunità e all'attuazione della legge regionale contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere, accompagnata dal Gonfalone della Regione ha commentato "Per le istituzioni è un dovere essere qua la Regione ha dato il suo patrocinio a questa manifestazione con grande convinzione e oggi siamo a Livorno, finalmente di nuovo in presenza alla grande parata, per testimoniare il nostro impegno al fianco della comunità Lgbtqia+. La Toscana è da sempre terra di diritti, è da sempre in prima linea nella lotta contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere. Dopo essere stata la prima regione a dotarsi di una legge in questo senso, oggi chiediamo, insieme a tante amministrazioni comunali e provinciali in tutta la Toscana, che il Parlamento approvi finalmente una legge nazionale".

“A differenza di quei Senatori e di quelle Senatrici che affossano i diritti a suon di scrutini segreti, noi lottiamo a testa alta e mettendoci la faccia. A chi ha applaudito soddisfatto per l’affossamento di una legge di civiltà e gode degli ostacoli che si frappongono tra noi e i diritti che ci spettano, rispondiamo con determinazione. Continueremo a promuovere un cambiamento radicale in grado di smantellare le ideologie su cui istituzioni e cultura continuano a poggiarsi per tenerci in ostaggio. Lo faremo a colpi di tacco, come la nostra storia ci insegna. Fuori e sempre controvento” sono le parole di introduzione al documento politico del Toscana Pride 2022, in cui il Comitato delle 15 associazioni promotrici ha racchiuso il senso della manifestazione dell’orgoglio LGBTQIA* (lesbico, gay, bisessuale, transgender, queer, intersessuale e asessuale). 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A scoprire i corpi dei due, fiorentini, sono stati i carabinieri a seguito dell'allarme lanciato da una donna che non riusciva a contattarli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Monitor Consiglio

Cronaca

Attualità

Cronaca