Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:36 METEO:FIRENZE15°32°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 23 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Chi non salta nerazzurro è...», Berlusconi affacciato in piazza Duomo salta con i tifosi

Attualità giovedì 19 aprile 2018 ore 11:24

Un mare di plastica ripulito dai pescatori

Venti chili di rifiuti al giorno recuperati con il progetto Arcipelago pulito della Regione Toscana. Prima i pescatori dovevano rigettarli in mare



LIVORNO — La rete torna sul peschereccio piena di pesci e rifiuti: bottiglie, taniche, sacchetti tirati su nel mare davanti a Livorno dai pescatori del progetto 'Arcipelago Pulito' nato dall'intesa tra Regione Toscana, Ministero dell'Ambiente e Unicoop Firenze entrato nella fase sperimentale.

Il progetto della Toscana è il primo in Italia a colmare il vuoto normativo che di fatto rende i pescatori responsabili dei rifiuti speciali pescati costringendoli a smaltirli a proprie spese o a rigettarli in mare. Con il progetto 'Arcipelago Pulito', invece, la plastica è gettata prima in appositi sacchi a bordo e poi in speciali cassoni in porto, prelevata da Labromare, concessionaria del porto di Livorno per la pulizia degli specchi d'acqua portuali e trasferita in un centro di Pontedera per essere analizzata, classificata e poi riciclata o smaltita. 

"Un esperimento - ha detto Vittorio Bugli, assessore alla presidenza della Regione Toscana – che può diventare un modello, che fa bene all'ambiente ma anche all'economia. Non è infatti solo un progetto sperimentale. Abbiamo visto che è utile, funziona e ha senso pratico. Certo ora va strutturato e reso ancora più efficace, ma è già un esempio di economia collaborativa e circolare, un tema al centro dell'agenda di questa giunta regionale".

La Guardia costiera è incaricata di vigilare sul corretto svolgimento delle operazioni in mare che dopo i sei mesi di sperimentazione potrebbero essere estese anche alle acque di Piombino, dell'Isola d'Elba e di altre località anche fuori dalla Toscana. 

Ora si pensa già ad allungare l'elenco dei tipi di rifiuti che i pescatori possono raccogliere: non solo plastica ma anche ferro, alluminio e legno che inquinano il mare. E il mare ringrazia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A dare l'allarme è stato un signore che, di prima mattina, era a passeggio col cane sulla spiaggia. Sul posto 118, Guardia costiera e polizia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca