Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE20°33°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 14 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Chelsea-Tottenham, lite furibonda a fine match tra Conte e Tuchel

Attualità sabato 26 marzo 2022 ore 18:35

Agricoltori toscani in corteo contro i rincari

Sono saliti sui trattori ed hanno sfilato nella piana di Lucca per lanciare l'allarme sui rincari che provocano un aumento dei costi di produzione



LUCCA — I trattori hanno sfilato stamani per le strade di Lucca contro rincari e speculazioni per chiedere un aiuto ed affrontare il difficile momento che il comparto sta attraversando.

La Cia Toscana ha puntato il dito su alcuni esempi reali come il prezzo di farina e latte con aumenti lungo la filiera produttiva che si ripercuotono sul prezzo allo scaffale e sul consumatore finale.

Dopo l'emergenza sanitaria e davanti alla guerra la Cia Toscana Nord ha stimato un aumento medio dei costi di produzione pari al triplo rispetto al 2021

Agricoltori e Cia Toscana Nord chiedono al Governo interventi volti a calmierare i costi di produzione e meccanismi anticiclici che garantiscano una stabilizzazione dei prezzi

 

La protesta è nata spontaneamente dagli stessi agricoltori della Piana e ha incassato l’adesione e il supporto della Cia-Agricoltori Italiani della Toscana Nord. Al termine della manifestazione una delegazione formata dal presidente Cia Toscana Nord Luca Simoncini e dal direttore Alberto Focacci, nonché da Roberto Pollastrini, Leonardo Angeli, Angelo Giusti e Matteo Binazzi per Confagricoltura, è stata ricevuta dal prefetto di Lucca Francesco Esposito.

Simoncini ha spiegato "Faccio l'esempio pratico del grano tenero: lo scorso anno, alla raccolta, era quotato alla Borsa Merci di Bologna a 22 euro al quintale, mentre oggi viene battuto a 44 euro. Il prezzo è raddoppiato, ma gli unici che ci guadagnano sono gli investitori. L’aumento artificioso del prezzo dei cereali si rifletterà inevitabilmente sulla filiera zootecnica. Nel 2022, i costi di produzione di latte e carne saliranno, erodendo ulteriormente i margini delle aziende allevatoriali e comprimendo il potere di acquisto dei consumatori italiani. Un altro esempio è il prezzo del latte: alla stalla è aumentato di soli 4 centesimi, ma sullo scaffale? A nostro avviso, a fronte di una situazione grave come quella che stiamo vivendo anche e soprattutto a causa del conflitto in corso, il prezzo del cibo che mettiamo in tavola, non può essere deciso da un fondo speculativo".

Presenti all’incontro anche il presidente della Provincia, Luca Menesini il sindaco di Altopascio, Sara D’Ambrosio e l’assessora all’Agricoltura del Comune di Capannori, Serena Frediani, ed il vicesindaco di Porcari Franco Fanucchi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tragedia nella notte per un uomo di 54 anni, tedesco, che ha perso la vita dopo un volo da un'altezza di 3 metri circa. Vani per lui i soccorsi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca