Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:08 METEO:FIRENZE17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 17 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sale su una piattaforma proibita per scattare un selfie e precipita nel vuoto: morta un’influencer russa

Attualità venerdì 30 dicembre 2022 ore 17:30

In Toscana 51 vittime del lavoro in 11 mesi

gru
Il settore delle costruzioni si conferma fra i più a rischio

La Toscana si conferma in fascia di rischio arancio per infortuni fatali, esclusi quelli per Covid e in itinere. I dati anche provincia per provincia



MESTRE — Sono 51 le morti sul lavoro non Covid e non itinere registrate in Toscana nei primi 11 mesi del 2022 (da Gennaio a Novembre compreso), con un'incidenza infortunistica che colloca la Toscana tra le regioni in fascia arancione di rischio: questa la valutazione formulata dall'Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering di Mestre, in elaborazione di dati Inail.

Quanto a numeri assoluti, a guidare la classifica del maggior numero di vittime del lavoro è la Lombardia (115), ovvero la regione con la più alta popolazione lavorativa in Italia. 

La Toscana con 51 vittime (nella rilevazione del mese precedente, ovvero fino a Ottobre 2022, i deceduti sul lavoro erano 47) si colloca al settimo dopo appunto la Lombardia, poi Veneto (68), Campania (65), Lazio (62), Piemonte (59), Emilia Romagna (53).

Ed ecco provincia per provincia la mappa delle morti bianche in Toscana tra Gennaio e Novembre 2022 in ordine di incidenza:

  • Grosseto: 5 infortuni mortali su 93.153 occupati, 16° posto tra le province italiane con incidenza sugli occupati del 53,7
  • Arezzo: 8 infortuni mortali su 145.036 occupati, 23° posto tra le province italiane con incidenza sugli occupati del 55,2
  • Siena: 5 infortuni mortali su 111.812 occupati, 32° posto tra le province italiane con incidenza del 44,7
  • Prato: 4 infortuni mortali su 109.410 occupati, 45° posto tra le province italiane con incidenza sugli occupati del 36,6
  • Firenze: 13 infortuni mortali su 429.547 occupati, 53° posto tra le province italiane con incidenza del 30,3
  • Pisa: 5 infortuni mortali su 180.368 occupati, 57° posto tra le province italiane con incidenza del 27,7
  • Lucca: 4 infortuni mortali su 152.164 occupati, 62° posto tra le province italiane con incidenza del 26,3
  • Pistoia: 3 infortuni mortale su 118.972 occupati, 65° posto tra le province italiane con incidenza del 25,2
  • Livorno: 3 infortuni mortali su 133.952 occupati, 76° posto tra le province italiane con incidenza sugli occupati del 22,4
  • Massa-Carrara: non risultano infortuni mortali

In generale costruzioni, trasporti e magazzinaggio e manifatturiero risultano i settori più colpiti, mentre la fascia d'età con la mortalità più alta risulta quella tra i 55 e i 64 anni.

L’Osservatorio mestrino elabora mensilmente la zonizzazione del rischio di morte per i lavoratori italiani, descritto dividendo lo Stivale a colori. E se in zona rossa alla fine dei primi 11 mesi 2022 si collocano Valle D’Aosta, Trentino-Alto Adige, Basilicata, Campania e Calabria, in fascia arancio insieme alla Toscana per incidenza delle morti bianche da Gennaio a Novembre 2022 ci sono Puglia, Umbria, Marche, Sicilia, Piemonte e Veneto.

La mappa a colori del rischio morti bianche nei primi 10 mesi del 2022 (Fonte: Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering)

La mappa a colori del rischio morti bianche nei primi 10 mesi del 2022 (Fonte: Osservatorio sicurezza sul lavoro Vega Engineering)

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno