Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:57 METEO:FIRENZE16°28°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 16 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Urla e paura: un grosso squalo davanti alla spiaggia di Gran Canaria

Attualità martedì 30 aprile 2024 ore 10:20

Mezzo milione per innovare l'agricoltura toscana

drone in volo su un'oliveta

Un bando dedicato al settore agricolo punta a favorire partenariati a supporto di idee nuove per lo sviluppo delle imprese. I termini per le domande



TOSCANA — E' di mezzo milione di euro la dotazione finanziaria per il bando che mira a favorire partenariati a supporto dell’innovazione dei servizi nel settore agricolo, forestale e agroalimentare. La giunta toscana ha approvato le disposizioni per attivare il bando dell’intervento “Srg09” (Sviluppo Rurale Feasr 2023-2027) che ne sostiene la creazione, attribuendo una dotazione complessiva appunto di 500mila euro.

I partenariati avranno come obiettivo far emergere le idee innovative in risposta ai fabbisogni delle imprese, migliorare i processi di formazione, informazione e la diffusione delle conoscenze, favorire i processi di condivisione delle innovazioni e collegare gli attori.

Le domande di ammissione al bando attuativo dell’intervento “Cooperazione per azioni di supporto all’innovazione e servizi rivolti ai settori agricolo, forestale e agroalimentare” si possono presentare dal 15 Maggio fino alle 13 del 30 Giugno. Il sostegno concesso è nella misura del 100% della spesa ammissibile. L’importo massimo del contributo pubblico ammissibile per progetto è pari a 100mila euro.

Secondo la vicepresidente della Regione Toscana nonché assessora regionale all’agroalimentare è fondamentale trasferire l’innovazione al comparto agricolo toscano, e quindi supportarne il processo. 

Ecco dunque la misura, correlata all’obiettivo trasversale del regolamento europeo “Ammodernamento del settore, promuovendo e condividendo conoscenze, innovazioni e processi di digitalizzazione nell'agricoltura e nelle aree rurali e incoraggiandone l'utilizzo”.

I soggetti ammessi nei partenariati di progetto sono enti di formazione accreditati, soggetti prestatori di consulenza, enti di ricerca, università e scuole di studi superiori universitari pubblici e privati, istituti tecnici superiori, istituti di istruzione tecnici e professionali, altri soggetti pubblici e privati attivi nell’ambito dell’Akis (il sistema di soggetti che si occupano di Agricultural Knowledge and Innovation), altri soggetti operanti nel settore agricolo, forestale e alimentare rilevanti per il raggiungimento degli obiettivi del progetto di cooperazione, la Regione Toscana, anche attraverso i propri enti strumentali, agenzie e società in house.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno