comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 12°23° 
Domani 11°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 10 aprile 2020
corriere tv
Emergenza coronavirus, Papa Francesco telefona a sorpresa in diretta: «Penso alle tante persone crocifisse da questa pandemia»

Attualità venerdì 16 ottobre 2015 ore 10:29

Mollata ad un passo dall'altare ora sarà risarcita

Ad una settiamana dal sì il futuro sposo le aveva detto di avere un'altra relazione dopo 11 di fidanzamento. Era il 1999 e adesso arriva la sentenza



FIRENZE — Ha aspettato sedici anni ma la Corte di Cassazione le ha dato ragione: adesso Lorenzo, classe 1970, deve risarcire la ex, Patrizia, di 16.500 euro.

Tutto successe nel 1999 quando la malcapitata, all'epoca quasi trentenne, si era comperata l'abito bianco e si era accollata un mucchio di spese, tra le quali mobili e lavori in casa, in vista della loro vita coniugale.

Ad avviso dei magistrati chi fugge dal matrimonio fuori tempo massimo, ossia dopo le pubblicazioni, e senza motivo valido, deve rimborsare le spese sostenute dal partner in vista del sì. Il promesso sposo ha cercato di non pagare i 16.500 euro di risarcimento ai quali era stato condannato dalla Corte di Appello di Firenze nel  2011.

I magistrati di secondo grado avevano stabilito che Lorenzo doveva ridarle tutti i soldi che lei aveva speso. Il verdetto è stato confermato dalla Suprema Corte che ha ritenuto "congrua e scevra da vizi logico giuridici" la sentenza di appello che "ha esaminato compiutamente tutte le testimonianze ritenendole non sufficienti a provare la sussistenza di un giustificato motivo di Lorenzo al non ottemperamento della promessa di matrimonio". 

Lorenzo è stato condannato anche a pagare 5.200 euro per le spese del giudizio di Cassazione.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Attualità

Attualità