Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:00 METEO:FIRENZE7°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 27 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Seregno, il 14enne spinto contro il treno in arrivo: le immagini dell'aggressione

Cronaca venerdì 26 novembre 2021 ore 10:19

Scempiano il bosco giovane per farci un pascolo

carabinieri forestali

Con un trincia applicato al braccio di un escavatore hanno tagliato oltre 5.000 tra arbusti e alberi senza autorizzazione. Sono stati denunciati



SCARPERIA E SAN PIERO A SIEVE — Hanno tagliato e asportato oltre 5.000 tra arbusti e piante di un area di bosco di nuova formazione con l'intenzione di destinare a pascolo quei 31.320 metri quadri. Il tutto senza autorizzazioni, e ad accorgersi dello scempio procedendo a denunciare e sanzionare due ditte sono stati i carabinieri della stazione forestale di Borgo San Lorenzo.

Hanno trovato quella situazione durante un controllo di perlustrazione del territorio in località Val Fiorana, a Scarperia e San Piero. Le piante erano state asportate mediante l’utilizzo di un 'trincia' applicato al braccio di un escavatore. Da una verifica documentale non risultavano atti autorizzativi per il vincolo idrogeologico rilasciati dall’Unione Montana dei Comuni del Mugello.

Interpellata la ditta committente dei lavori e proprietaria dei terreni, è stato spiegato che appunto si intendeva recuperare l'area, ex superficie agricola, per ottenere una superficie pascoliva. L’intervento di trasformazione aveva interessato tre aree distinte per una superficie complessiva di 31.320 metri quadrati, con un’asportazione complessiva di più di 5.000 piante tramite trinciatura, con evidenti slabbrature nella zona del colletto e alcuni esemplari direttamente estirpati.

Dalle comparazioni tra le foto aeree rilevate in anni differenti, è stata ricostruita l'evoluzione ormai avanzata del bosco di neoformazione. L’intervento condotto risultava essere una “trasformazione di bosco”, realizzata in assenza della necessaria autorizzazione ai fini del vincolo del paesaggistico. 

I carabinieri forestali hanno dunque denunciato sia la ditta committente che la ditta esecutrice dei lavori con l'accusa di aver condotto in concorso e/o fatto condurre la trasformazione di un bosco di neoformazione in assenza di autorizzazione paesaggistica. E’ stata contestata anche la sanzione amministrativa connessa al reato per un importo di 15.360 euro ad entrambe le ditte, come previsto dalla Legge forestale toscana, per trasformazione del bosco in assenza di autorizzazione per il vincolo idrogeologico.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La cometa verde non si avvicinava alla Terra da 52.000 anni e ora eccola. Quando scrutarla con gli occhi al cielo, ma 'transiterà' anche sul web
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Monitor Consiglio