Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE17°34°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 14 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Soccorsi e forze di polizia sul luogo dell'attentato in cui hanno perso la vita diverse persone a Lautlingen, in Germania
Soccorsi e forze di polizia sul luogo dell'attentato in cui hanno perso la vita diverse persone a Lautlingen, in Germania

Attualità martedì 04 aprile 2023 ore 18:35

Focolaio di aviaria in un allevamento toscano

polli
Foto di repertorio

L'influenza che colpisce i volatili è stata riscontrata in un'area rurale. Scattati i protocolli di contenimento e contrasto del contagio



PIETRASANTA — Un focolaio di influenza aviaria è stato individuato all'interno di un allevamento avicolo in Toscana, nell'area rurale del territorio comunale di Pietrasanta. Già avviato il protocollo di contenimento alla diffusione del virus e per la sua eliminazione, a seguito della positività riscontrata dal dipartimento di sicurezza alimentare e sanità pubblica veterinaria dell'Asl Toscana Nord Ovest.

Nello specifico, rende noto il Comune di Pietrasanta, vengono istituite una zona di protezione nel raggio di 3 chilometri dall'allevamento in cui è stata riscontrata la positività e una zona sorveglianza con un raggio di 10 chilometri. Nella zona di sorveglianza, fa sapere la Asl, ricadono in tutto o in parte tutti i Comuni della Versilia (Viareggio, Massarosa, Camaiore, Pietrasanta, Seravezza, Stazzema e Forte dei Marmi) e una piccola parte del Comune di Montignoso.

Gli allevamenti presenti nelle due aree saranno censiti, visitati dai veterinari Asl e sottoposti a sorveglianza sierologica e virologica del pollame. Gli allevatori dovranno segnalare immediatamente all'autorità sanitaria l'aumento della mortalità o il calo significativo della produzione e tenere un registro dei visitatori da mettere a disposizione dell'Asl.

In entrambe le zone sono inoltre vietate fiere, mostre ed esposizioni di pollame e altri volatili, ed è in vigore il divieto di rilascio di volatili per ripopolamento faunistico venatorio.

"Il consumo delle carni di pollame e delle uova - specifica la Asl - non rappresenta alcun rischio per l’uomo". Stringenti le misure per gli allevatori. Coloro che allevano per autoconsumo sono tenuti a mantenere gli animali al chiuso per evitare il contatto con gli uccelli migratori, non lasciare l’acqua di abbeverata e il mangime esposti all’ambiente esterno, impedire l’accesso ai selvatici, ai cani e ai gatti, non permettere l’ingresso in allevamento a persone estranee, non portare fuori dall’allevamento animali o oggetti venuti a contatto con animali. 

E’ raccomandato inoltre l’utilizzo di indumenti e calzature dedicate all’uso esclusivo dell’accudimento del pollame allevato.

Si raccomanda di prestare attenzione a eventuali sintomi di malattia fra gli animali allevati (mancanza di appetito, diarrea, abbattimento o morte improvvisa) o mortalità anomale. I casi sospetti devono essere segnalati al Servizio veterinario. Tutti i provvedimenti rimarranno in vigore fino a revoca da parte dell’Asl. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tragico incidente nel primissimo mattino: un motociclista, dopo aver perso il controllo del mezzo, è stato investito da un'auto guidata da un 26enne
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità