Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE19°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 20 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Attualità mercoledì 06 luglio 2022 ore 18:15

Rigassificatore, il "no" arriva a Montecitorio

rigassificatore

I cittadini hanno scritto al presidente della Camera Roberto Fico chiedendo che l'opera sia soggetta a Via, la valutazione di impatto ambientale



PIOMBINO — Il "no" al rigassificatore nel porto di Piombino arriva a Montecitorio. Cittadini riuniti in comitati e associazioni hanno infatti preso carta e penna per scrivere al presidente della Camera dei deputati Roberto Fico e ai parlamentari.

La loro richiesta è a che promuovano modifiche al decreto Aiuti, nello specifico la cancellazione del comma 3 dell'articolo 5 in cui si dispone l’esenzione della procedura di Via, la valutazione di impatto ambientale, e di "esplicitare l’integrale applicazione delle norme comunitarie e nazionali della legislazione sui grandi rischi, di cui alle direttive Seveso III e decreto 105/2015 in riferimento ai rigassificatori e al loro esercizio".

Questo perché a loro avviso a Piombino l'installazione del rigassificatore in porto seguirebbe "le procedure indicate dall’articolo 5 che non contempla le stesse garanzie e tutele delle leggi in vigore". 

Dal canto suo, intanto, il Comune di Piombino si è affidato a un legale affinché ricostruisca il quadro normativo inerente la scelta di Piombino come sede dell’impianto di rigassificazione, individuando strumenti per esercitare opposizione.

Eugenio Giani, commissario straordinario alla realizzazione del rigassificatore nonché presidente della Regione Toscana, fa sapere di avere espresso al ministro per la transizione economica Roberto Cingolani le sue riserve sulla permanenza in porto della nave per 25 anni come scritto nella richiesta di autorizzazione. Stam ha presentato l'istanza per avviare l'iter autorizzativo di 120 giorni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Vento fortissimo, sì, ma differente dalla tromba d'aria per il moto delle correnti e per gli effetti avversi che produce sul territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità