Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:46 METEO:FIRENZE14°22°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 20 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità giovedì 05 ottobre 2023 ore 09:40

In Toscana Tele-Neurart, prima rete pediatrica virtuale

persone gruppo
Gli specialisti toscani coinvolti nella prima rete pediatrica virtuale al mondo

Il modello è il primo al mondo. Punta ad aprire nuove prospettive diagnostiche e terapeutiche per i disturbi e le disabilità del neurosviluppo



PISA — Passa anche dalla Toscana Tele-Neurart, la prima rete pediatrica virtuale al mondo, che punta ad aprire nuove prospettive diagnostiche e terapeutiche per i disturbi e le disabilità del neurosviluppo ad alto impatto. Il progetto, dal valore di oltre 4 milioni di euro, è guidato dall'Irccs Fondazione Stella Maris di Pisa per la regia del direttore scientifico Giovanni Cioni e della dottoressa Giuseppina Sgandurra, ricercatrice dell'Università di Pisa e responsabile del laboratorio Innovate della Fondazione Stella Maris.

Tele-Neurart è finanziato in larga parte dal Ministero della Salute, con il contributo degli Enti partecipanti, nell'ambito de bando eHealth, Diagnostica Avanzata, Dispositivi Medici e Mini-Invasività” del Piano operativo salute (Pos).

La rete creerà un ponte tra istituti di ricerca ad alta specializzazione nella clinica di questi disturbi, dislocati dal nord al sud Italia: l'Irccs Fondazione Stella Maris, l’Iirccs Associazione Oasi Maria SS, l’Irccs Eugenio Medea, l’ospedale pediatrico Bambino Gesù, l’Ircce Fondazione Don Carlo Gnocchi, Fondazione Irccs Istituto Neurologico Carlo Besta, Fondazione Irccs Casimiro Mondino, la Rete degli Irccs pedatrici Idea), aziende ospedaliere ad alta specializzazione pediatrica (l’Aorn Santobono-Pausilipon), strutture territoriali (Asl Potenza, che opera assieme alla Fondazione Stella Maris Mediterranea). 

La rete può contare inoltre su partner tecnologici ad alta specializzazione quale l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

“Si tratta della prima e più ampia rete di eccellenza - sottolinea il professor Giovanni Cioni - che coinvolge ben 10 Regioni, 2 al Nord (Lombardia, Veneto), 2 al Centro (Toscana, Lazio) e 6 al Sud (Abruzzo, Campania, Basilicata, Puglia, Sardegna e Sicilia) che grazie all’acquisizione di un’ampia mole di dati ed allo sviluppo e l’utilizzo di tecniche di intelligenza artificiale, sarà possibile mettere a punto ed utilizzare protocolli di alta specializzazione, condivisi sul territorio nazionale, per migliorare la diagnosi ed il trattamento dei più importanti disturbi e disabilità del neurosviluppo, quali cerebrolesioni congenite e acquisite, disturbi dello spettro autistico, disabilità intellettive, disturbi neuromuscolari. Sottolineo ancora che il progetto vedrà la maggior parte delle risorse assegnate, dei ricercatori impegnati e del lavoro clinico e di ricerca svolto sarà nel Mezzogiorno”.

“A partire dalla creazione di tale rete virtuale in cui i dati clinici e tecnologici verranno integrati e condivisi - aggiunge la dottoressa Giuseppina Sgandurra - saranno implementati modelli di intelligenza artificiale che permetteranno l’individuazione e l’analisi di biomarker digitali per il modellamento delle funzioni prevalentemente compromesse nelle patologie del neurosviluppo". 

Questo consentirà lo sviluppo di protocolli unitari di valutazione in clinica, tele-consulto, tele-monitoraggio e tele-riabilitazione condivisi e personalizzati, al fine di indagare le aree di debolezza funzionale e impostare programmi di potenziamento delle stesse per ridurne l’impatto negativo nella vita quotidiana: "Sarà in questo modo facilitata una diagnosi precoce e personalizzata attraverso biomarker informatizzati - spiega ancora Sgandurra - ed una più rapida attivazione di percorsi clinici e riabilitativi all’interno di un contesto familiare ed ecologico, permettendo di integrare il lavoro svolto presso la clinica nel contesto domiciliare di vita quotidiana, favorendo la generalizzazione del potenziamento di competenze”. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno