Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:50 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 28 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elisabetta Belloni e il suo pensiero su donne e carriera diplomatica

Cronaca mercoledì 29 settembre 2021 ore 19:20

Il mietitrebbia lo ha agganciato e non c'è stato scampo

Foto di repertorio

La vittima è un imprenditore agricolo, originario di Viareggio. Ieri 6 morti sul lavoro in Italia, oggi altre 3 vittime. Draghi: "E una strage"



PISA — Si chiamava Massimiliano Malfatti e aveva 54 anni l'imprenditore agricolo morto ieri sul lavoro, travolto da una trebbiatrice in un terreno di via Pasteur a Pontasserchio. Lascia una moglie e tre figli, con i quali viveva a Madonna dell'Acqua, in via Pietrasantina, dove ha sede anche la sua azienda a conduzione familiare, la Luca-Flor.

La tragedia si sarebbe consumata nel pomeriggio, attorno alle 20 uno dei figli avrebbe ritrovato il padre ormai senza vita, il corpo straziato dalle lame rotanti del macchinario agricolo. Una scena orribile, subito circoscritta dai vigili del fuoco e dai carabinieri, ai quali si sono presto aggiunti i sanitari del 118 e il personale dell'ispettorato del lavoro della Ausl.

Tutto fa pensare ad un drammatico incidente. Secondo una prima ricostruzione, Malfatti sarebbe sceso dal mezzo agricolo per controllarne il funzionamento, finendo per essere risucchiato nel cilindro delle lame.

La notizia della tragica scomparsa di Massimiliano Malfatti ha suscitato profondo dolore e sconcerto a Madonna dell'Acqua, frazione alle porte di Pisa dove la famiglia era conosciuta e stimata, e a Viareggio, dove era nato.

Si tratta del 26mo incidente mortale avvenuto in Toscana dall'inizio del 2021, il sesto avvenuto in Italia nella sola giornata di ieri. Oggi altre 3 vittime. Il premier Draghi l'ha definita "una strage", confermando l'intenzione del governo di intervenire entro la prossima settimana sul settore della sicurezza nei luoghi di lavoro attraverso l'assunzione di nuovi ispettori delle Asl e sanzioni più severe per le aziende che non rispettano le norme.

Poi Draghi, uno per uno, ha ricordato le 9 vittime delle ultime 48 ore: oggi sono morti un operaio in un cantiere edile di Roma, un altro muratore di 42 anni a Mesagne, in Puglia, e un operaio investito in un cantiere stradale sulla A14, all'altezza del casello di San Severo, sempre in Puglia. Ieri, oltre al toscano Massimiliano Malfatti, hanno perso la vita Emanuele Zanin, 46 anni, e Jagdeep Singh, 42, deceduti a Pieve Emanuele, in provincia di Milano, mentre caricavano una cisterna di azoto liquido nell'università Humanitas; Leonardo Perna, 72 anni, titolare di un'ìofficina, caduto da un'impalcatura a Nichelino, in provincia di Torino; un operaio in un'azienda in provincia di Padova, a Loreggia, anche lui precipitato da un'impalcatura; e infine un camionista, Giuseppe Costantino, travolto dal suo tir a Capaci, in Sicilia.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'operaio ha 49 anni e ha riportato alcune fratture, è grave. L'incidente è avvenuto in un cantiere navale. Un altro incidente a Sestino
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità