Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE23°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 24 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane
Roma, il video dell'aggressione all'avvocato che chiedeva di mettere il guinzaglio al cane

Cronaca venerdì 27 maggio 2022 ore 11:53

Al ristorante l'anguilla passeggia sul pavimento

Sequestrati 800 chilogrammi di merce. Le irregolarità sono state riscontrate dalla municipale durante una serie di accertamenti di natura edilizia



PRATO — Erano entrati per verificare la presenza di una canna fumaria non a norma ed hanno trovato un'anguilla che si muoveva sul pavimento, è la scoperta fatta dagli agenti dell'unità commerciale della polizia municipale e dal personale dell'Asl Toscana Centro in un ristorante cinese, a Prato.

Il controllo era scattato per via di una serie di accertamenti di natura edilizia. Alla titolare era stato imposto di rimuovere una canna fumaria ma durante un successivo sopralluogo per verificare l'avvenuta rimozione, gli agenti hanno notato nei locali del ristorante una situazione generale di degrado igienico-sanitario culminata nella presenza dell’anguilla che si muoveva indisturbata sul pavimento.

Da qui il sopralluogo con i sanitari del dipartimento di prevenzione e sicurezza alimentare dell’Asl, che avrebbe riscontrato condizioni igienico-sanitarie precarie con escrementi di topo e gravi carenze nella pulizia di pavimenti e strutture. Dal controllo sugli alimenti sarebbe emersa la presenza di confezioni di prodotti non identificabili nascosti in un vano adibito a magazzino e sul terrazzo congelatori esposti al sole e prodotti con vizi di tracciabilità quali l’assenza di indicazioni sul contenuto o sulla provenienza oppure l’indicazione della data di scadenza.

Tutti i prodotti non tracciati sono stati posti sotto sequestro dall’Asl per un totale di circa 800 chili di merce, l’attività sospesa fino al ripristino delle condizioni igieniche e la titolare sanzionata amministrativamente da entrambi gli organi accertatori per un totale di 7.500 euro a cui si andranno ad aggiungere i provvedimenti comunali per gli abusi edilizi. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno