Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE13°23°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 23 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Si tuffa sopra un'orca assassina per fare «body slamming»

Cronaca mercoledì 15 maggio 2024 ore 18:50

Ragazzo di 14 anni minacciato di morte e derubato in casa

Il ragazzo ha sorpreso nella sua camera uno dei rapinatori, poi inchiodati dalle telecamere e denunciati: uno è minorenne



PRATO — Quando si è svegliato ha trovato nella sua camera uno sconosciuto che lo ha minacciato di morte. E' accaduto a Prato, intorno alle 7 del mattino di ieri. Vittima della rapina un giovane di 14 anni. Il rapinatore sarebbe fuggito dall'abitazione dopo essersi impossessato del telefono e dell'Ipad del ragazzo, che al momento del fatto si trovava in casa insieme ai familiari.

Allertata la polizia, sono scattate le indagini volte a risalire agli autori. Decisive le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza, che avrebbero immortalato due persone entrare nell'abitazione.

Dall'analisi dei filmati la polizia ha identificato un giovane di 16 anni, già noto alle forze dell'ordine, come uno dei presunti rapinatori.

A quel punto la polizia e i carabinieri impegnati nella ricerca dello stesso giovane perché sospettato anche di aver commesso un furto su un'auto nel corso della notte, si sono diretti nella sua abitazione.

In casa, insieme al 16enne, c'era un altro giovane di 20 anni poi riconosciuto dal ragazzo rapinato come l’uomo trovato in casa.

Durante la perquisizione dell'abitazione le forze di polizia avrebbero sequestrato alcuni indumenti compatibili con quelli indossati dai rapinatori. Nessuna traccia invece dell'Ipad e del cellulare provento della rapina, che secondo quanto ricostruito dalla polizia, sarebbero stati venduti ad una terza persona in cambio di stupefacente.

Alla fine i due, che avrebbero ammesso le loro responsabilità in merito alla vicenda, sono stati denunciati per i reati di rapina aggravata in concorso. Il minorenne è stato poi affidato alla madre. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno