Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:36 METEO:FIRENZE15°32°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 23 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Ibrahimovic fa il discorso della vittoria e rovescia il tavolo urlando: «Italia è Milan!»

Attualità mercoledì 17 ottobre 2018 ore 13:32

Toscana, cresce la raccolta differenziata rifiuti

La media in Toscana è cresciuta di tre punti al 53,9 per cento. Fra i Comuni più virtuosi Capannori, Rufina, Londa, Monsummano e Serravalle



FIRENZE — Nel 2017 la percentuale media della raccolta differenziata in Toscana si è attestata al 53,9 per cento, con un incremento di 2,9 punti rispetto all'anno precedente.

La produzione di rifiuti urbani è stata pari a 2,24 milioni di tonnellate , in diminuzione di quasi il 3 per cento rispetto al 2016, con il dato pro capite che è passato da 617 a 600 chili di spazzatura per abitante.

Molto positiva la sostanziale diminuzione, pari a circa 98mila tonnellate, della parte non differenziata dei rifiuti. 

I risultati migliori in termini di efficienza della raccolta differenziata sono stati quelli di AtoToscana Centro (Città Metropolitana di Firenze e province di Pistoia e Prato) e di Ato Toscana Costa (province di Livorno –esclusi i comuni della Val di Cornia-, Lucca, Massa e Pisa) entrambi al 58,7 per cento.

L'Ato Toscana Sud (province di Arezzo, Grosseto, Siena e comuni livornesi della Val di Cornia) ha raggiunto il 39,4 per cento, con un aumento di 1,2 punti rispetto al 2016, interrompendo una lunga fase di stagnazione. 

Nessuno dei 3 Ato ha superato l'obiettivo del 65 per cento di raccolta differenziata, stabilito dalla norma nazionale per il 2012.

"I dati certificati – commenta l'assessore Federica Fratoni – ci dicono che la strada intrapresa è quella giusta e le risorse messe a disposizione dalla Regione pari a 30 milioni di euro saranno utili a spingere in avanti le performance così da raggiungere nei tempi stabiliti l'obiettivo che siamo posti di 70% di raccolta al 2020. Nei dati mi preme sottolineare – prosegue Fratoni – il calo dell' indifferenziato e quello della stessa produzione generale pro capite, a dimostrazione che la raccolta differenziata porta come effetto indotto la diminuzione di rifiuti".

Il Comune più virtuoso è ancora una volta Capannori, in provincia di Lucca, con l'88,13 per cento di raccolta differenzata. Sempre al di sopra dell'85 per cento anche Rufina, Londa, Monsummano, Capraia e Limite, Fucecchio, Gambassi Terme, Lamporecchio, Larciano e Serravalle Pistoiese. Sopra all'80 per cento anche Capannoli, Barga, Casola in Lunigiana, Castelfiorentino, Cerreto Guidi, Certaldo, Montaione, Montelupo Fiorentino, Montespertoli, Empoli, Filattiera, Vinci.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A dare l'allarme è stato un signore che, di prima mattina, era a passeggio col cane sulla spiaggia. Sul posto 118, Guardia costiera e polizia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca