Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:40 METEO:FIRENZE15°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 15 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Vinitaly 2024, i giovani under 40: «Vogliamo metterci in gioco per la nostra Sicilia»

Attualità mercoledì 03 agosto 2022 ore 19:00

Ancora fuoco, strade e ferrovie in tilt, case in pericolo, auto distrutte

Vigili del fuoco spengono un grosso incendio
Vigili del fuoco spengono un grosso incendio

Vasti incendi sono scoppiati a Livorno, Prato, nell'aretino, in Valdelsa, nel Chianti, nell'Empolese, in Mugello, in Lunigiana, in Maremma



TOSCANA — Nella giornata di ieri sono andati in fumo in Toscana quasi 600 ettari di boschi e coltivazioni ma anche oggi il bilancio è pesantissimo, con numerose situazioni critiche in varie località del territorio regionale.

A Cecina i pomperi sono accorsi sulla via Aurelia per domare un rogo di sterpaglie che, a causa del vento, si è allargato rapidamente fino a interessare il sedime ferroviario e redere necessario il blocco della circolazione dei treni. Poi le fiamme hanno raggiunto una concessionaria, distruggendo alcuni veicoli. Sul posto squadre di vigili del fuoco di Piombino e di Grosseto e i volontari dell'organizzazione Aib (anticendio boschivo regionale).

A Collesalvetti dalle 11 di stamattina un altro rogo è divampato in prossimità della Fipili. Sul posto ci sono 23 vigili del fuoco e 7 mezzi, volontari Aib, un elicottero della Regione e uno dei pompieri. La superstrada è stata invasa dal fumo e chiusa alla circolazione con obbligo di uscire all'altezza delI'interporto Vespucci.

Le fiamme stanno bruciando boschi e vegetazione  a Poggibonsi, in località Campotatti: a rischio orti, campi e alcune abitazioni situate nelle vicinanze. Incendio di sterpaglie anche Cerreto Guidi, in viale della Motta, e a San Godenzo lungo la strada statale 67, dopo il passo del Muraglione. In queste località stanno operando rispettivamente i pompieri del distaccamento di Castelfiorentino, di Empoli e di Borgo San Lorenz ocon il supporto del personale Aib e degli operai forestali.

Nel pomeriggio la vegetazione ha ripreso a bruciare in località Poggio alle Calle presso l'area termale di Saturnia, in Maremma: lo ha reso noto il Comune di Manciano che da ieri monitora il rogo. In fumo 200 ettari di vegetazione. Sul posto sono all'opera due elicotteri della Regione Toscana mentre ieri e per tutta la notte scorsa hanno monitorato la situazione le squadre Aib delle Colline del Fiora, i vigili del fuoco e Elisiena.

In fiamme un'area con sterpaglie e canneti nella zona dell'ex zuccherificio di Castiglion Fiorentino, colpita anche in passato da incendi. L'allarme è scattato poco dopo le 15.30. Sul posto sono intervenuti i mezzi dei vigili del fuoco di Arezzo e di Cortona. Si è reso necessario anche il supporto di un elicottero. Le fiamme, dopo due ore, sono state messe sotto controllo ma non completamente estinte.

Intorno alle 17 allarme a Prato in via del Palasaccio per un incendio che ha coinvolto due baracche e distrutto due auto in sosta. All'interno delle baracche c'erano 4 bottiglie di gpl che hanno reso complessa l'operazione di bonifica. Le cause del rogo sono al vaglio delle forze dell'ordine.

Ancora in Valdichiana è divampato un incendio anche a Ciggiano mentre in Lunigiana un rogo ha interessato la zona di Tresana e di Licciana Nardi, con chiusura al traffico della viabilità per Masero per una migliore gestione delle attività di spengimento e poi di bonifica, effettuate da squadre a terra e dall'elicottero Aib mentre i vigili del fuoco presidiavano le abitazioni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno