Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE19°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
sabato 20 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Attualità mercoledì 03 agosto 2022 ore 19:00

Ancora fuoco, strade e ferrovie in tilt, case in pericolo, auto distrutte

Vigili del fuoco spengono un grosso incendio
Vigili del fuoco spengono un grosso incendio

Vasti incendi sono scoppiati a Livorno, Prato, nell'aretino, in Valdelsa, nel Chianti, nell'Empolese, in Mugello, in Lunigiana, in Maremma



TOSCANA — Nella giornata di ieri sono andati in fumo in Toscana quasi 600 ettari di boschi e coltivazioni ma anche oggi il bilancio è pesantissimo, con numerose situazioni critiche in varie località del territorio regionale.

A Cecina i pomperi sono accorsi sulla via Aurelia per domare un rogo di sterpaglie che, a causa del vento, si è allargato rapidamente fino a interessare il sedime ferroviario e redere necessario il blocco della circolazione dei treni. Poi le fiamme hanno raggiunto una concessionaria, distruggendo alcuni veicoli. Sul posto squadre di vigili del fuoco di Piombino e di Grosseto e i volontari dell'organizzazione Aib (anticendio boschivo regionale).

A Collesalvetti dalle 11 di stamattina un altro rogo è divampato in prossimità della Fipili. Sul posto ci sono 23 vigili del fuoco e 7 mezzi, volontari Aib, un elicottero della Regione e uno dei pompieri. La superstrada è stata invasa dal fumo e chiusa alla circolazione con obbligo di uscire all'altezza delI'interporto Vespucci.

Le fiamme stanno bruciando boschi e vegetazione  a Poggibonsi, in località Campotatti: a rischio orti, campi e alcune abitazioni situate nelle vicinanze. Incendio di sterpaglie anche Cerreto Guidi, in viale della Motta, e a San Godenzo lungo la strada statale 67, dopo il passo del Muraglione. In queste località stanno operando rispettivamente i pompieri del distaccamento di Castelfiorentino, di Empoli e di Borgo San Lorenz ocon il supporto del personale Aib e degli operai forestali.

Nel pomeriggio la vegetazione ha ripreso a bruciare in località Poggio alle Calle presso l'area termale di Saturnia, in Maremma: lo ha reso noto il Comune di Manciano che da ieri monitora il rogo. In fumo 200 ettari di vegetazione. Sul posto sono all'opera due elicotteri della Regione Toscana mentre ieri e per tutta la notte scorsa hanno monitorato la situazione le squadre Aib delle Colline del Fiora, i vigili del fuoco e Elisiena.

In fiamme un'area con sterpaglie e canneti nella zona dell'ex zuccherificio di Castiglion Fiorentino, colpita anche in passato da incendi. L'allarme è scattato poco dopo le 15.30. Sul posto sono intervenuti i mezzi dei vigili del fuoco di Arezzo e di Cortona. Si è reso necessario anche il supporto di un elicottero. Le fiamme, dopo due ore, sono state messe sotto controllo ma non completamente estinte.

Intorno alle 17 allarme a Prato in via del Palasaccio per un incendio che ha coinvolto due baracche e distrutto due auto in sosta. All'interno delle baracche c'erano 4 bottiglie di gpl che hanno reso complessa l'operazione di bonifica. Le cause del rogo sono al vaglio delle forze dell'ordine.

Ancora in Valdichiana è divampato un incendio anche a Ciggiano mentre in Lunigiana un rogo ha interessato la zona di Tresana e di Licciana Nardi, con chiusura al traffico della viabilità per Masero per una migliore gestione delle attività di spengimento e poi di bonifica, effettuate da squadre a terra e dall'elicottero Aib mentre i vigili del fuoco presidiavano le abitazioni.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Vento fortissimo, sì, ma differente dalla tromba d'aria per il moto delle correnti e per gli effetti avversi che produce sul territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità