Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 03 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La madre di Navalny sulla tomba del figlio il giorno dopo funerali

Attualità domenica 31 luglio 2022 ore 18:35

Arriva il bonus trasporti, ecco chi ne ha diritto

bus e tram

Da Settembre entra in campo la nuova misura a sostegno dei costi per gli abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblico locale. Come farne richiesta



ROMA — Da Settembre viaggiare da abbonati sui mezzi di trasporto pubblico locale su gomma e su ferro potrà essere più leggero per i borsellini: arriva infatti il bonus trasporti, misura di sostegno messa in campo dal governo per dare una mano nella spesa per gli abbonamenti mensili o annuali.

Il provvedimento è parte del Decreto Aiuti ed è stato istituito dal ministero del lavoro di concerto con quelli dell'economia e delle infrastrutture. L'obiettivo è renderlo strutturale, ma intanto ecco quello per il 2022 varato con lo scopo di sostenere il reddito e contrastare l’impoverimento delle famiglie conseguente alla crisi energetica in corso.

Il buono è utilizzabile per l’acquisto di abbonamenti annuali o mensili relativi ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale nonché per i servizi di trasporto ferroviario nazionale. La dotazione finanziaria prevista è pari a 79 milioni di euro dal fondo istituito presso il ministero del lavoro e delle politiche sociali.

La somma riconosciuta può essere al massimo di 60 euro per ogni beneficiario e dovrà essere impiegata per l’acquisto entro il 31 Dicembre 2022 di un solo abbonamento annuale, mensile o relativo a più mensilità ad esclusione dei servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino.

Per avanzare la richiesta di bonus bisogna accedere al portale www.bonustrasporti.lavoro.gov.it tramite Spid o Cie fornendo le dichiarazioni sostitutive di autocertificazione e indicando sia l’importo del buono richiesto a fronte della spesa prevista, sia il gestore del servizio di trasporto pubblico. Possono farlo le persone fisiche che nell'anno 2021 hanno conseguito un reddito complessivo non superiore a 35mila euro.

Il buono emesso tramite il portale è spendibile presso un solo gestore dei servizi di trasporto pubblico e deve essere utilizzato entro il mese di emissione presentandolo alle biglietterie. Il gestore del servizio di trasporto pubblico selezionato poi accede al portale verificandone la validità. Se tutto è a posto, viene subito rilasciato l’abbonamento richiesto e il gestore provvede a registrare sul portale l’utilizzo del buono, indicando l’importo effettivamente fruito dal beneficiario. E via: si parte.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno