Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:18 METEO:FIRENZE15°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 03 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Dentro Bakhmut deserta, tra colpi di artiglieria e carri armati. Qui il centro della battaglia per il Donbass

Attualità domenica 31 luglio 2022 ore 18:35

Arriva il bonus trasporti, ecco chi ne ha diritto

bus e tram

Da Settembre entra in campo la nuova misura a sostegno dei costi per gli abbonamenti ai mezzi di trasporto pubblico locale. Come farne richiesta



ROMA — Da Settembre viaggiare da abbonati sui mezzi di trasporto pubblico locale su gomma e su ferro potrà essere più leggero per i borsellini: arriva infatti il bonus trasporti, misura di sostegno messa in campo dal governo per dare una mano nella spesa per gli abbonamenti mensili o annuali.

Il provvedimento è parte del Decreto Aiuti ed è stato istituito dal ministero del lavoro di concerto con quelli dell'economia e delle infrastrutture. L'obiettivo è renderlo strutturale, ma intanto ecco quello per il 2022 varato con lo scopo di sostenere il reddito e contrastare l’impoverimento delle famiglie conseguente alla crisi energetica in corso.

Il buono è utilizzabile per l’acquisto di abbonamenti annuali o mensili relativi ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale nonché per i servizi di trasporto ferroviario nazionale. La dotazione finanziaria prevista è pari a 79 milioni di euro dal fondo istituito presso il ministero del lavoro e delle politiche sociali.

La somma riconosciuta può essere al massimo di 60 euro per ogni beneficiario e dovrà essere impiegata per l’acquisto entro il 31 Dicembre 2022 di un solo abbonamento annuale, mensile o relativo a più mensilità ad esclusione dei servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino.

Per avanzare la richiesta di bonus bisogna accedere al portale www.bonustrasporti.lavoro.gov.it tramite Spid o Cie fornendo le dichiarazioni sostitutive di autocertificazione e indicando sia l’importo del buono richiesto a fronte della spesa prevista, sia il gestore del servizio di trasporto pubblico. Possono farlo le persone fisiche che nell'anno 2021 hanno conseguito un reddito complessivo non superiore a 35mila euro.

Il buono emesso tramite il portale è spendibile presso un solo gestore dei servizi di trasporto pubblico e deve essere utilizzato entro il mese di emissione presentandolo alle biglietterie. Il gestore del servizio di trasporto pubblico selezionato poi accede al portale verificandone la validità. Se tutto è a posto, viene subito rilasciato l’abbonamento richiesto e il gestore provvede a registrare sul portale l’utilizzo del buono, indicando l’importo effettivamente fruito dal beneficiario. E via: si parte.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'hanno trovato nella notte accasciato su una panchina. Sul posto carabinieri e soccorritori del 118. E' stato intubato, poi la corsa in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Monitor Consiglio

Monitor Consiglio