Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:15 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 05 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Audio - Dentro la macchina di Messina Denaro con la foto scattata da lui: «Sono fermo per sta commemorazione della m...»

Attualità venerdì 14 ottobre 2022 ore 16:25

Omicron accelera, la Toscana resta ad alto rischio

gente che cammina

Mentre crescono Rt e incidenza, nei dati della cabina di regia dell'Iss sono in tutto 8 le regioni classificate nella più alta fascia di attenzione



ROMA — Accelera la diffusione di Omicron in Italia, e la Toscana resta quindi nella fascia di alto rischio Covid. E' quanto emerge dal monitoraggio settimanale della cabina di regia diffuso dall'Istituto superiore di sanità che fa il punto sull'andamento della pandemia in Italia con un Rt medio balzato in 7 giorni a 1,30, mentre l'incidenza settimanale sale da 441 a 504 ogni 100.000 abitanti e i ricoveri aumentano con proprio la Toscana che presenta uno fra i dati più alti di tasso di occupazione delle terapie intensive (3,7%).

Le regioni nella più alta fascia di rischio salgono dalle 6 della scorsa settimana alle attuali 8. Oltre alla Toscana si tratta di Abruzzo, Emilia Romagna, Lazio, Marche, Puglia, Valle d'Aosta e Veneto. Tra queste, 7 presentano molteplici allerte di resilienza. Altre 12 sono a rischio moderato mentre solo la Basilicata è classificata arischio basso.

Più in generale, l'incidenza settimanale nazionale a 504 ogni 100.000 abitanti è stata rilevata dal monitoraggio dei dati raccolti fra il 7 e il 13 Ottobre, mentre al periodo 21 Settembre - 4 Ottobre 2022 si riferisce il calcolo dell’Rt medio calcolato sui casi sintomatici pari a 1,30 (range 1,15-1,38), in aumento rispetto alla settimana precedente e superiore al valore soglia. L’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero diminuisce leggermente, ma si trova ancora oltre la soglia epidemica: Rt=1,20 (1,17-1,24) al 4 Ottobre contro Rt=1,28 (1,23-1,32) al 27 Settembre.

E i ricoveri? Aumentano. Il tasso di occupazione in terapia intensiva sale al 2,4% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 13 Ottobre) a fronte dell'1,8% della rilevazione ministeriale del 6 Ottobre scorso. Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 10,0% contro l'8,2% nelle rilevazioni ministeriali delle medesime giornate.

La Toscana, si diceva, è fra le regioni col tasso di occupazione in terapia intensiva più alto (3,7%) dietro a Provincia autonoma di Bolzano (6%) e Friuli Venezia Giulia (6,3%). La soglia di allerta è fissata al 10%.

Infine, la percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è stabile rispetto alla settimana precedente (11% contro 12%), così come stabile è la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (54% a fronte del 53%). Stessa cosa anche per la percentuale dei casi diagnosticati attraverso attività di screening (35% su 35%).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un uomo di 47 anni è deceduto in seguito all'investimento di un cinghiale sulle strade del Mugello, inutili i soccorsi da parte del personale del 118
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità