Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:05 METEO:FIRENZE15°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 07 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Salvini ai suoi: «Chiederò per la Lega il ministero della famiglia e della natalità»

Attualità lunedì 20 gennaio 2020 ore 17:50

Influenza cinese, controlli anche in Italia

Il Ministero ha attivato la procedura sanitaria per i viaggiatori in arrivo all'aeroporto di Fiumicino dalla zona di Wuhan, focolaio dell'epidemia



ROMA — Il Ministero della sanità ha affisso nell'aeroporto di Fiiumicino una serie di locandine con consigli utili per i viaggiatori sia in entrata che in partenza per Wuhan, la città della Cina centrale dove sono stati confermati 41 casi della polmonite generata da un nuovo coronavirus, il 2019-nCoV, identificato in Cina il 9 Gennaio scorso. Altri quattro casi invece riguardano due persone in viaggio in Thailandia, una in Giappone e una in Corea del sud. Le vittime sarebbero tre.

Nell'aeroporto di Fiumicino, che ha tre voli diretti per Wuhan e numerosi voli non diretti, viene applicata una procedura sanitaria per controllare che a bordo degli aerei in arrivo da Wuhan non ci siano persone che manifestano i sintomi del contagio. Qualora vengano individuati, i viaggiatori vengono trasferiti all'Istituto Spallanzani.

I sintomi più diffusi della nuova infezione sono tosse secca, febbre, mal di gola e difficoltà respiratorie.

Per quanto riguarda i viaggiatori in partenza, il consiglio del Ministero è di consultare il medico di famiglia e di vaccinarsi almeno due settimane prima dell'inizio del viaggio, valutando anche l'opportunità di rinviarlo, se possibile. 

Una volta arrivati a Wuhan, i viaggiatori dovrebbero seguire con scrupolo una serie di norme igieniche e di precauzioni come lavarsi le mani frequentemente con acqua e sapone, coprire bocca e naso con un fazzoletto e non con le mani se capita di tossire o starnutire, evitare luoghi affollati come mercati del pesce e di animali vivi, evitare di toccare animali e prodotti di origine animale non cotti, consultare un medico ai primi sintomi.

"La probabilità di introduzione del nuovo coronavirus nell'Unione Europea è considerata bassa anche se non può essere esclusa - si legge nel sito del Ministero - In Italia è attiva una rete di sorveglianza delle gravi affezioni respiratorie acute e delle sindromi da distress respiratorio acuto. La situazione è costantemente monitorata e il Ministero è in continuo contatto con l'Oms, l'Organizzazione Mondiale di Sanità e con l'European Centre for Disease Prevention and Control".

Cure specifiche per le infezioni da coronavirus non ci sono e i trattamenti si basano sui sintomi manifestati dai pazientil, con terapie di supporto.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il conducente, 37 anni, ha riportato un brutto trauma cranico ed è stato soccorso in codice rosso per poi essere trasportato d'urgenza in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca