Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:11 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 14 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Cronaca giovedì 02 marzo 2017 ore 22:11

Consip "Sono totalmente estraneo, ora basta"

Dopo le rivelazioni pubblicate su L'Espresso on line sull'inchiesta romana, il ministro Lotti si proclama innocente su Fb e twitta: "Ora basta"



ROMA — Il tweet e il post di Luca Lotti sono arrivati al termine di una lunga giornata scandita dalle rivelazioni anticipate da l'Espresso on line su un'inchiesta giornalistica che sarà pubblicata sull'edizione cartacea del settimanale domenica prossima, intitolata Il Giglio Nero e incentrata sui rapporti fra l'imprenditore campano Alfredo Romeo, arrestato ieri per corruzione in alcuni appalti della Consip, la centrale-acquisti del ministero dell'economia, e tre persone molto vicine a Matteo Renzi: il padre Tiziano, l'imprenditore fiorentino Carlo Russo, amico di famiglia dei Renzi, entrambi indagati per traffico di influenze illecite, e l'amministratore delegato di Consip Luigi Marroni, nominato proprio dal governo (vedi articoli collegati e in home page) e ascoltato dagli inquirenti come persona informata dei fatti. 

Nell'ambito della stessa indagine la procura di Roma ha indagato anche il braccio destro di Matteo Renzi, il ministro dello sport Luca Lotti, per rivelazione di segreto d'ufficio e favoreggiamento. Lotti è stato sentito dai pm alcune settimane fa e da allora si è sempre dichiarato "tranquillissimo" in merito all'inchiesta.

Oggi il Movimento 5 Stelle ha presentato in Parlamento una mozione di sfiducia contro Lotti. E questa sera il ministro ha pubblicato sul suo profilo Facebook un post in cui si dichiara "totalmente estraneo alla vicenda". Dimostrando di non avere alcuna intenzione di fare il passo indietro invocato da alcune forze di opposizione o auspicato da alcuni esponenti dello stesso Pd, come Gianni Cuperlo.

"Non mi occupo e non mi sono occupato di gare Consip, non conosco e non ho mai conosciuto il dottor Romeo - ha scritto Lotti - La verità è che due mesi fa mi hanno interrogato su una presunta rivelazione di segreto d'ufficio che io non mai commesso. lo ripeto con forza e sfido chiunque oggi dica il contrario ad attendere la conclusione di questa vicenda così paradossale".

"Se qualcuno pensa di far passare il messaggio che siamo tutti uguali, che noi siamo come gli altri, che tutti rubano alla stessa maniera, avete sbagliato destinatario - ha scritto ancora il ministro - Noi siamo gente seria e per bene. la verità non ha paura del tempo. E noi abbiamo pazienza e forza per sopportare la vergognosa campagna di queste ore".

Guarda qui sotto il testo integrale del post di Luca Lotti.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente mortale nei pressi della stazione di Montale-Agliana dove un uomo è stato travolto da un convoglio. Disagi sulla tratta Firenze-Viareggio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca