Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:20 METEO:FIRENZE15°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 23 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Europa League, maxi-rissa al termine di Sparta Praga-Galatasaray: le immagini

Cronaca mercoledì 25 ottobre 2023 ore 10:40

Pacco con consegna truffa, allarme della polizia postale

polizia postale con computer

L'acquisto online, poi il messaggino che annuncia il recapito al centro di spedizione con link di istruzioni di ritiro. Che succede a chi clicca



ROMA — Occhio al pacco-truffa, con link per il ritiro in centri di spedizioni che in realtà portano a richieste di ulteriori pagamenti. A mettere in guardia contro la nuova campagna di smishing in atto, diretta ai fruitori di acquisti online che scelgono per la consegna note aziende di spedizione, è la polizia postale con tanto di apposita allerta in rete. 

Dopo gli acquisti spesso il corriere invia sms di tracciamento spedizione all'acquirente. Fra quelli reali si inseriscono quelli dei truffatori: "La vittima riceve un messaggio truffa che viene visualizzato nella stessa chat delle precedenti comunicazioni, rendendo credibile il mittente". Questo perché con una tecnica chiamata dello spoofing il truffatore, usando computer e dispositivi informatici, può scegliere il numero che apparirà sul display della vittima e mostrarsi come un addetto alla consegna.

"Il falso messaggio avvisa l’acquirente che il pacco è arrivato al centro di spedizione - illustra la Polposta - e lo invita a cliccare su un link allegato per visualizzare le istruzioni per il ritiro. Il raggiro prosegue con una chiamata sull’utenza della vittima, al fine di persuaderla a eseguire ulteriori pagamenti".

Come salvarsi? "La maggioranza delle truffe sono veicolate tramite link allegati a messaggi che reindirizzano l’utente su falsi siti. È preferibile inserire le proprie credenziali di accesso esclusivamente su App e siti ufficiali - consigliano dalla polizia postale - evitando di fornire dati personali e bancari cliccando su link ricevuti tramite Sms o email. Se ricevi la chiamata di un presunto corriere verifica le sue richieste contattando direttamente la società di spedizione".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno