Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 00:04 METEO:FIRENZE14°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 10 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Treviso, incidente deltaplano: il video della tragedia

Attualità sabato 30 luglio 2016 ore 10:30

Rossi e Nogarin, uniti dall'inciviltà politica

Diversissimi per appartenenza politica e convinzioni, ieri fianco a fianco nel condannare minacce ed aggressioni. Rossi: "Non mi piegherò"



TOSCANA — "Il letame di San Miniato e non solo. Questo signore che si presenta come un oppresso e che alcuni commenti elevano al rango di contestatore semplicemente chiede che la Regione Toscana faccia per lui cose illegittime". Il governatore toscano Enrico Rossi torna sull'aggressione di due giorni fa e ribadisce: "Finché sarò presidente non avverrà mai e per questo sono anche disposto a prendermi tonnellate di letame. Non mi piegherò".

Una giornata, quella di ieri, che ha visto il presidente regionale trovarsi fianco a fianco con chi forse non avrebbe mai pensato: il sindaco di Livorno Filippo Nogarin, che ha ricevuto una lettera di minacce assiema all'inquietante immagine di due proiettili.

E così i due, divisi dalle appartenenze politiche, sono stati accomunati dalle dagli attestati di stima, vicinanza e solidarietà bipartisan. Anche incrociate, con il M5S che ha espresso solidarietà a Rossi, e il Pd che ha condannato l'episodio di Livorno. Entrambi hanno potuto contare sulla solidarietà delle alte cariche dello Stato: se il premier Matteo Renzi e il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella hanno espresso solidarietà a Rossi, a Nogarin ha manifestato solidarietà la presidente della Camera Laura Boldrini per la "grave intimidazione". 

E ancora, tutti e due, Rossi e Nogarin, hanno segnalato i fatti con l'ausilio della rete, tramite i loro profili Facebook, prima però di prendere in considerazione anche via più formali. Rossi ha deciso di denunciare l'aggressore. "Bisognerebbe tutti fare uno sforzo - ha detto - per riportare i comportamenti in un alveo che non sia quello della violenza e del degrado". Nogarin, pur dicendo di ritenere che si tratti di "uno scherzo di cattivo gusto" ha comunque deciso di rivolgersi a Digos e polizia giudiziaria, che hanno aperto un''indagine.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Drammatico incidente verso le 12,30 sulla Perugia-Bettolle dopo Foiano. L'uomo è morto subito, la donna nel pomeriggio all'ospedale di Siena
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità