comscore
Toscana Media News quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5865 del 8.03.2012.
FIRENZE
Oggi 19°27° 
Domani 17°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 01 giugno 2020
corriere tv
Fase 2, Zaia: «Grecia? Sappiano che dal Veneto non ci vedono più»

Attualità martedì 05 gennaio 2016 ore 16:46

Saldi, numeri ballerini e consigli utili

Secondo Confcommercio ogni famiglia spenderà 385 euro. Più prudente Confesercenti che stima una spesa di 220 euro. Aduc: "Occhio ai mega sconti"



FIRENZE — La lunga stagione dei saldi è cominciata e nei negozi è già caccia all'affare. Per i commercianti che vengono da un periodo di feste abbastanza proficuo si tratta comunque di un momento fondamentale visto che, secondo Confesercenti, da qui al 4 marzo i negozi si giocheranno  il 25% circa del fatturato annuale.

Le aspettative comunque sono altissime. E questo per due motivi: nel periodo natalizio i consumi sembrano essere ripartiti un po' ovunque in Toscana, anche se sono andati meglio nelle città d'arte e peggio nel livornese e nel grossetano.

Ma la ripresa, ed ecco il secondo motivo, ha riguardato più che altro il settore dell'alimentare oltre a quello dei giocattoli. Moda e abbigliamento sono rimasti al palo e per questo i commercianti confidano nell'effetto calamita degli sconti.

Resta da capire quanto spenderanno i toscani: i numeri sono ballerini. Secondo la Confcommercio le famiglie spenderanno 15 euro in più rispetto al 2014 e dunque 385 in media. Secondo Confesercenti si fermeranno a 220 euro.

Molto dipenderà dalla capacità attrattiva dei negozi. Ma in questo senso, come sempre, un monito è arrivato dall'Aduc, l'associazione dei consumatori, che ha stilato un decalogo per mettere in guardia gli acquirenti da possibili truffe.

"Non fermarsi al primo negozio che pratica sconti - si legge al punto 2 del decalogo -, ma visitarne diversi e confrontare i prezzi esposti e la qualità della merce di riferimento".

"Non lasciarsi ingannare da sconti che superano il 50% del costo iniziale - è il punto 3 -. Nessuno regala niente"

Dopodichè l'associazione ricorda che anche in tempo di sconti è possibile pagare sia in contanti che con carte ci credito o bancomat e che la merce può essere cambiata dopo l'acquisto. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità