Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 27 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella rende omaggio alla Marina sulla nave fregata Bergamini a Cipro

Lavoro giovedì 14 settembre 2023 ore 18:00

Svolta nella crisi Ivv, depositata un'offerta

vetreria ivv

Ci sono acquirenti interessati alla storia vetreria valdarnese da tempo attanagliata dalla crisi in cui il colpo finale è arrivato col caro bollette



SAN GIOVANNI VALDARNO — Svolta nella crisi della storica vetreria valdarnese Ivv (Industria Vetraria Valdarnese): ci sono acquirenti interessati e un'offerta di affitto finalizzata all'acquisto è stata depositata. Lo rende noto la Regione all'esito del tavolo regionale di crisi coordinato da Valerio Fabiani, consigliere per lavoro e crisi aziendali del presidente Eugenio Giani.

Sono circa 40 i lavoratori che ancora dipendono da quella realtà aziendale che a San Giovanni Valdarno rappresenta un punto di riferimento occupazionale, ma che è anche un'industria tra le più qualificate del settore vetrario a livello nazionale e non solo.

Ivv è da tempo attanagliata da una crisi in cui il colpo finale è arrivato col caro bollette che ha fatto spegnere i forni. La Regione, in accordo con tutte le parti al tavolo, da Marzo ha avviato lo scouting che oggi accende una speranza sul futuro dell'azienda, in liquidazione coatta amministrativa e da Giugno guidata da un commissario liquidatore di nomina ministeriale.

Il tavolo ha messo in campo l’impegno sia per gli ammortizzatori sociali (la cassa integrazione per gli operai è ora assicurata fino al 31 Dicembre 2023), sia per la ricerca di uno o più acquirenti. 

E ora: “Un raggruppamento di imprese presenti sul territorio e capaci di offrire una proposta produttiva e commerciale, ha manifestato l’interesse per Ivv e già depositato un’offerta di affitto di azienda finalizzato a un successivo acquisto”, annuncia Fabiani. 

Il consigliere di Giani scommette sul fatto che “l’azienda tornerà a produrre in tempi rapidi e sarà nuovamente protagonista per le grandi fiere internazionali di settore che si tengono a Gennaio a Milano, Parigi e Francoforte”.

Noti gli obiettivi per cui la Regione ha lavorato: “Continuità occupazionale, rilancio di un marchio storico, innovazione e tradizione nel territorio e del made in Tuscany. E’ stata preziosa la collaborazione del commissario e ora sarà nostra cura avviare un confronto fra le imprese che si sono manifestate e le organizzazioni sindacali e il Comune”, conclude Fabiani.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno