Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE8°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 08 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Blanco distrugge i fiori di Sanremo e il pubblico fischia

Attualità sabato 29 ottobre 2022 ore 14:33

Sanità in piazza, infermieri toscani a Roma

Foto Nursind Toscana

Una rappresentanza di infermieri toscani ha partecipato alla manifestazione nazionale indetta per chiedere stabilizzazioni, assunzioni e risorse



ROMA — Anche una rappresentanza toscana del NurSind, il sindacato delle professioni infermieristiche, ha partecipato alla manifestazione nazionale a Roma in piazza del Popolo. 

“Se non la curi, non ti cura” questo l’evento organizzato dalle principali sigle sindacali: oltre al NurSind hanno aderito anche Cgil, Cisl, Uil e Fials.

Sono otto le misure urgenti chieste dalle sigle sindacali al nuovo governo e al neoministro della Salute Orazio Schillaci: maggiori risorse per il Fondo sanitario nazionale, lotta alle esternalizzazioni, superamento dei limiti di tetti di spesa per le assunzioni e stabilizzazioni del personale, adeguate risorse contrattuali, spazi per la contrattazione decentrata, valorizzazione del personale, misure per l'integrazione fra pubblico e privato e una reale integrazione delle aree sanitaria e sociale.

"Una mobilitazione nazionale di tutte le lavoratrici e i lavoratori che operano in Sanità (pubblico, privato e terzo settore), che ha come obiettivo quello di mandare un messaggio chiaro alla politica: la salute è il bene più prezioso della persona e va garantito, indistintamente, a tutte e tutti, salvaguardando e rilanciando il sistema sanitario nazionale e favorendo una buona integrazione tra pubblico e privato. Il governo, in questa fase drammatica della vita del Paese, non deve avere dubbi a mettere le necessarie risorse nella prossima legge di bilancio per garantire adeguati livelli di prestazioni in tutto il territorio nazionale, per garantire un piano straordinario di assunzioni e stabilizzazioni e per la valorizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori sanitari, provati da questo interminabile periodo pandemico".

La Toscana in particolare - ha spiegato il coordinatore regionale Giampaolo Giannoni - non ha fatto mancare il suo apporto alla manifestazione romana. E’ il momento che le lavoratrici e i lavoratori della Sanità facciano sentire la propria voce nella Capitale. Il nostro settore è in difficoltà ormai da anni: siamo stanchi di essere considerati eroi, di ricevere pacche sulle spalle, ma di non ottenere mai un vero riconoscimento al nostro lavoro che portiamo avanti ogni giorno con passione e senso di responsabilità. Le tre parole chiave di questa manifestazione, ovvero assunzioni, risorse e valore professionale, sono cardini imprescindibili per lo sviluppo della nostra professione. Voglio inoltre sottolineare la nostra soddisfazione per il fatto di essere riusciti a organizzare una manifestazione unitaria: se è vero che il momento è difficile, essere uniti insieme alle altre sigle sindacali per manifestare il nostro disagio e le nostre richieste non può che darci ulteriore forza”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente è risultato fatale a un uomo di 39 anni. I soccorritori giunti sul posto non hanno potuto far altro che constatarne il decesso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità