Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:29 METEO:FIRENZE8°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 07 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Turchia, il terremoto apre delle voragini in strada: auto inghiottite

Cronaca giovedì 10 novembre 2022 ore 18:35

Ubriaco al volante si appisola al semaforo

volante della polizia
Foto d'archivio

Ai poliziotti delle volanti ha balbettato frasi disconnesse, ed è risultato avere la patente già ritirata. Viaggiava con quella di un altro



SESTO FIORENTINO — Ubriaco al volante, quando è arrivato a un semaforo rosso si è appisolato. Testa sul volante, occhi chiusi, fermo fermo, quando è scattato il verde non ripartiva più. E qui è scattato l'allarme, visto che proprio dietro di lui alle 3 del mattino del 7 Novembre scorso in quel di Sesto Fiorentino viaggiava niente meno che una volante della polizia.

Gli agenti avevano temuto il peggio, facendo scattare i primi soccorsi. Invece quell'uomo se la ronfava della grossa, altro che. A questo punto i poliziotti hanno approfondito. L'hanno svegliato e hanno subito intuito che l'uomo aveva bevuto più che troppo. 

Dopo aver pronunciato tutta una serie di frasi disconnesse, ha tirato fuori una patente di guida, confermando poi a voce le generalità riportate sul documento. Sì ma la patente non era mica la sua: era di un uomo che gli somigliava perché la sua, è poi emerso una volta negli uffici di polizia stradale di Firenze Nord, gli era stata ritirata da settimane proprio per guida in stato di ebbrezza.

E l'ebbrezza effettivamente c'era anche quella sera lì: gli accertamenti con l’etilometro hanno confermato una rilevante assunzione di alcol da parte dell’automobilista con valori quasi quattro volte superiori al limite consentito dalla legge. 

Per l’uomo, 38 anni, è quindi scattata una denuncia a seguito di quanto emerso con l’alcoltest ed una per aver cercato invano di passare per un’altra persona davanti ai poliziotti. Rischia ora anche il definitivo ritiro della patente, la sua. Sì perché ce n'è anche per chi gli aveva prestato la propria: ascoltato al commissariato di Sesto Fiorentino, l'uomo si è giustificato dicendo che voleva solo dare una mano al suo dipendente. Entrambi adesso anziché la patente condivideranno un'accusa per false attestazioni a pubblico ufficiale sulla propria identità in concorso.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Originaria di Milano, in Toscana aveva svolto gran parte della sua carriera. Giallo sulla sua morte, gli investigatori non escludono alcuna ipotesi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Spettacoli

Cronaca

Toscani in TV