Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE24°36°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 21 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip

Attualità venerdì 28 gennaio 2022 ore 19:25

Polmoni compromessi da mesi di Covid ma il trapianto lo salva

Il paziente trapiantato con l'équipe medica
Il paziente trapiantato con l'équipe medica

Per la prima volta in Italia è stato fatto un intervento su un paziente che per 6 mesi ha necessitato di circolazione extracorporea di ossigeno



SIENA — È stato effettuato nell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese, il primo trapianto di polmone su un paziente che ha necessitato per 6 mesi della circolazione extracorporea a causa della patologia cui era affetto: fibrosi polmonare irreversibile post Covid-19

Si tratta del primo caso in Italia e di uno dei primi al mondo. Il paziente, un sacerdote missionario che aveva contratto il SARS-CoV-2 mentre era in Africa, aveva sviluppato un’insufficienza respiratoria per cui, rimpatriato in Italia, era stato ricoverato in terapia intensiva a Careggi dove, a causa del peggioramento progressivo delle condizioni cliniche, era stato necessario il supporto di ossigenazione extracorporea grazie al Team ECMO dello stesso ospedale fiorentino. 

Dopo 5 mesi di supporto extracorporeo il quadro polmonare è progressivamente peggiorato per cui l'uomo è stato inserito in lista per un trapianto di polmone.

A Novembre il paziente è stato sottoposto al trapianto di entrambi i polmoni grazie a una donazione proveniente dall’Emilia Romagna. 

L’intervento è stato effettuato dal direttore della Uosa Trapianto di Polmone, professor Luca Luzzi e dai chirurghi della Uoc Chirurgia Toracica, diretta dal professor Piero Paladini

Al termine dell’intervento il paziente è stato trasferito nel reparto di Anestesia e Rianimazione Cardio-Toraco-Vascolare per le cure intensive. 

Già dopo le prime 24 ore post trapianto non è stato più necessario il supporto extracorporeo e progressivamente il paziente ha sospeso la ventilazione meccanica fino a raggiungere la completa autonomia respiratoria 

Dopo la riabilitazione il paziente è stato dimesso in questi giorni e indirizzato ad un altro centro di riabilitazione specializzato. È il terzo paziente in Italia trapiantato per fibrosi post Covid-19 ma è il primo a ricevere il trapianto dopo un tempo così lungo di circolazione extracorporea e tra i pochissimi descritti nel mondo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno