Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE11°16°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 12 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Raid su Gaza distrugge edificio di 12 piani, il momento del crollo

Cronaca mercoledì 25 marzo 2015 ore 11:10

Smantellata cellula dell'Isis in Italia

Arrestati 3 estremisti islamici nell'ambito di un'indagine sul reclutamento in Italia e Albania di aspiranti combattenti. Perquisizioni in Toscana



ROMA — Gli arresti sono stati eseguiti uno in provincia di Torino e altri due in Albania. Una quarta ordinanza di custodia cautelare riguarda un marocchino residente nel bresciano, Anas El Abboubi, già arrestato nel 2013, scarcerato dal Tribunale del riesame e attualmente arruolato fra gli jihadisti in Siria.

Le 8 perquisizioni hanno invece riguardato persone ritenute simpatizzanti dell'Isis e residenti, oltre che in Toscana, in Lombardia e in Piemonte.

Fra gli arrestati un giovane di 20 anni, Elmadi Halili, italiano ma di origine marocchina, ritenuto l'autore di un documento di propaganda dell'Isis, un testo di 64 pagine, scritto in italiano, intitolato Lo stato islamico, una realtà che ti vorrebbe comunicare, pubblicato in febbraio sul web.

Nel documento l'autore, particolarmente attivo su internet, descrive le attività del Califfato in Iraq e in Siria, definendolo uno stato che "protegge i suoi cittadini ed è spietato con i nemici".

Il testo avrebbe notevole rilevanza perchè predisposto specificatamente per il pubblico italiano. Pubblicato dal ventenne su Internet, era stato condiviso e rilanciato da altri utenti su vari siti e tramite i social network, a partire da Facebook. L'accusa a carico del ventenne è apologia di associazione con finalità di terrorismo internazionale.

Gli altri due arrestati sono i due albanesi Alban ed Elvis Elezi, zio e nipote, accusati di arruolamento con finalità di terrorismo internazionale.

I tre membri della cellula si tenevano in contatto telefonico e via Fb con il marocchino Anas El Abboubi che, prima di trasferirsi in Siria, avrebbe fatto un viaggio in Albania proprio per incontrare uno dei tre estremisti.

I membri della cellula terroristica, nella loro opera di persuasione e reclutamento, erano riusciti ad agganciare anche un giovane italo-tunisimo residente in provincia di Como e ora sottoposto dalla polizia al regime di sorveglianza speciale introdotto dal nuovo decreto antiterrorismo che prevede anche la sospensione del passaporto.  Il ragazzo era ancora minorenne quando due degli arrestati lo individuarono su internet e iniziarono la loro opera di convincimento.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A segnalare il corpo sulla battigia un surfista che si trovava sulla spiaggia di Lacona. Il cadavere sarebbe stato nel mare per oltre sei mesi
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità