Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:20 METEO:FIRENZE21°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 14 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del presunto attentatore ripreso da un partecipante al raduno di Trump
Il video del presunto attentatore ripreso da un partecipante al raduno di Trump

Attualità lunedì 19 febbraio 2024 ore 15:45

Tutti i costi del Covid, le spese nei grandi Comuni

sanificazione
La sanificazione è una delle voci di spesa prese in esame

Firenze è sul podio nazionale per spesa pro capite, ma non solo: ecco quanto è costata la pandemia nelle grandi città della Toscana e d'Italia



TOSCANA — Con 246 euro medi di spese pro capite affrontate per il Covid, il Comune di Firenze si piazza terzo in Italia dopo Venezia (703 euro pro capite) e Milano (486 euro pro capite): il calcolo relativo ai Comuni italiani con più di 150mila abitanti è stato il Centro studi enti locali su base dati del ministero dell'economia e delle finanze relativi alle risorse compensate col cosiddetto 'fondone'.

Ebbene ne risulta che complessivamente la pandemia è costata ai grandi Comuni italiani qualcosa come 2 miliardi di euro.

Oltre a Firenze per la Toscana sono entrate nella ricognizione Livorno (85 euro pro capite) e Prato (80 euro pro capite). Ecco l'intera tabella, con i Comuni ordinati per spesa pro capite affrontata.

tabella costi grandi città

Fonte: Elaborazione di Centro Studi Enti Locali basata su dati RGS

"Dai risultati del conguaglio, emerge che i fondi compensativi assegnati dallo Stato alle principali città italiane per evitare la paralisi delle funzioni fondamentali, sono stati nella maggior parte congrui rispetto alle effettive necessità", constatano dal Centro studi enti locali, salvo che per Reggio Emilia, Messina e Padova.

Ma quali sono le voci prese in considerazione per calcolare il costo del Covid per ogni Comune? Le principali riguardano l’acquisto dei dispositivi per assicurare il distanziamento sociale, la sanificazione degli ambienti e le spese legate alle corse aggiuntive nel servizio di trasporto urbano ed extra-urbano per garantire la riapertura delle scuole. Quanto alle mancate entrate, si è tenuto conto dei minori introiti derivanti dalle restrizioni anti-pandemiche di tributi come l’Imu, l’imposta di soggiorno o la tassa per l’occupazione del suolo pubblico.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno