Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 28 novembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Intervista con Curcio (Protezione civile): «In Italia censite 625 mila frane, l'evento di Ischia difficile da prevedere»

Attualità giovedì 16 giugno 2016 ore 15:51

Toscana da record per i rifiuti elettronici

L'anno scorso la raccolta differenziata di monitor, computer, radio, condizionatori ed elettrodomestici è cresciuta di cinque punti rispetto 2014



FIRENZE — La Toscana si conferma in vetta alle regioni del centro Italia sia per raccolta complessiva sia per media pro capite della raccolta di rifiuti elettronici, pari a 5,67 chili per abitante.

Il dossier realizzato dal Centro di Coordinamento RAEE (Rifiuti apparecchiature elettriche e eletttroniche) è stato presentato dall'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni e dal direttore generale del centro  Fabrizio Longoni.

I centri per il conferimentosono passati dal 192 a 198, in media cinque ogni 100mila abitanti. Firenze si conferma la provincia toscana con i maggiori quantitativi di RAEE raccolti, pari a 6 milioni e 394mila chili.

Seguono nell'ordine Pisa con 2.646.810 chili, Lucca con 2.504.796 chili che registra anche la migliore raccolta pro capite a livello regionale e Arezzo con 2.001.442 di chili. 

I grandi bianchi, cioè i grandi elettrodomestici, sono i più raccolti (35 per cento del totale), seguiti dal gruppo Freddo e Clima (27 per cento), quello di tv e monitor (24 per cento) mentre i piccoli elettrodomestici sono a quota 14 per cento.

"La Toscana conferma anche nel 2015 il trend positivo dei risultati di raccolta dei RAEE attestando l'impegno quotidiano e la sensibilità dei cittadini toscani nella raccolta differenziata - ha commentato l'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni - Questi risultati ci consentono di valutare positivamente la scelta di sostenere e finanziare in accordo con le Autorità d'Ambito la diffusione dei centri di raccolta che nel 2015 ben 80 in più rispetto al 2009. Anche questo contribuisce ad andare verso ciò che l'Europa ci chiede: di passare a un modello circolare, minimizzando gli impieghi delle risorse, riducendo gli sprechi e considerando ogni scarto dell'attività umana di produzione o consumo come potenziale risorsa da riutilizzare e da reintrodurre nei cicli industriali".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La vittima è un uomo di 47 anni che aveva appena terminato di giocare una partita di calcetto. Vani i soccorsi. Lascia tre figli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca