Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:04 METEO:FIRENZE15°27°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
domenica 19 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Una lince rossa si intrufola nel giardino del resort

Attualità domenica 11 dicembre 2022 ore 09:40

Meno luce e più freddo, malinconia in agguato

persona imbacuccata

Il fenomeno si chiama Winter Blues ed è un malessere che rientra fra i disordini stagionali. Come ritrovare il buonumore in vista delle feste



TOSCANA — Freddo, pioggia e ore di luce ai minimi termini: così ecco in agguato la malinconia. Non un fenomeno isolato, ma un malessere diffuso noto proprio come Winter Blues che rientra fra i disturbi affettivi stagionali (Sad, Seasonal Affective Disorder).

Qualcosa di simile aveva già fatto capolino con l'avanzare dell'autunno, che però quest'anno ha regalato sole e temperature miti fino a stagione avanzata, mitigando questo tipo di malesseri che adesso hanno dunque maggiore impatto rischiando di minare la gioiosità delle feste natalizie. Ma ritrovare il buonumore si può

La radice del disturbo è soprattutto nelle variazioni dei ritmi luce-buio, con le giornate più corte dell'anno concentrate in questo periodo. Più esposte risultano le donne, e il rischio di essere colpiti dall'improvviso calo del tono dell'umore aumenta via via che si sale geograficamente verso nord.

I sintomi? Malinconia, si diceva, con quel fastidioso pacchetto di svogliatezza, stanchezza, tristezza e apatia. Gli straschichi lasciati dall'emergenza pandemica e la congiuntura internazionale fatta di guerra, rincari e inflazione di certo non aiutano. Anzi.

E allora: che fare? Il primo specialista a codificare in svariate pubblicazioni il Winter Blues, negli Anni 80 del Novecento, è stato lo psichiatra Norman E. Rosenthal, sostenitore del trattamento dei pazienti attraverso la luce con quella che ha proprio preso il nome di terapia della luce.

Ma a livello casalingo l'attitudine melancolica ordinaria, per dir così, si può contrastare con comportamenti virtuosi. Fare attività fisica è uno tra i principali baluardi di difesa contro il Winter Blues, già che lo sport è in grado di aumentare la produzione di endorfine contrastando quindi in parte la minor produzione di serotonina da parte dell'organismo, causata dalla minor quantità di luce solare in termini di ore e cieli grigi.

Un ruolo importante può poi giocarlo l'alimentazione, privilegiando cibi con più alta quantità di magnesio e triptofano. Rientrano nel gruppo proprio tante verdure di stagione come i broccoli o i carciofi, la frutta secca e i legumi o i cereali integrali.

E poi aiuta ritagliarsi spazi per sé, regalandosi una 'coccola' che può essere un bagno caldo, una candela accesa, un momento di silenzio, una passeggiata magari col cane e tutto quanto può far piacere. Anche in questo caso entrerà in gioco un ormone prezioso, l'ossitocina, a portare serenità da riversare poi magari in occasioni d'incontro con amici e tante risate. Così il Winter Blues sarà solo un ricordo. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno