Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:26 METEO:FIRENZE23°40°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 18 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Eurodeputata dell'estrema destra romena urla durante l'intervento di Hayer: espulsa dall'Aula
Eurodeputata dell'estrema destra romena urla durante l'intervento di Hayer: espulsa dall'Aula

Attualità giovedì 01 settembre 2022 ore 18:50

Scuola, 1.850 docenti assenti al primo appello

studente al banco in classe

Secondo le stime dei sindacati in Toscana circa il 30% delle cattedre dovrà essere coperto da supplenti. Tutti i dati provincia per provincia



TOSCANA — Saranno oltre 1.850 i docenti assenti al primo appello della riapertura dell'anno scolastico, con italiano e sostegno tra le discipline che vedranno le cattedre più vuote alla prima campanella che in Toscana suona il 15 Settembre prossimo.

La stima arriva dalla Cgil Toscana: su circa 6.400 assunzioni programmate di docenti di ruolo a livello regionale, oltre 1.850 fra tutte le province non si concretizzano. Secondo i rappresentanti sindacali la colpa va alle "inadeguatezze sui concorsi". Tra le materie più colpite: italiano e sostegno. 

Secondo i dati pubblicati dall’Ufficio scolastico regionale e rielaborati da Flc Cgil solo 4.000 fra i posti a ruolo disponibili saranno coperti. "Questo significa che ci sono oltre 1.850 posti di lavoro pari a quasi il 30% del totale messi a disposizione dallo stato che non verranno occupati, e che ancora una volta dovranno essere coperti ricorrendo alle supplenze", è il calcolo dei sindacati.

Cattedre scoperte da docenti di ruolo, ecco dove

Ma ecco provincia per provincia la stima che Cgil definisce approssimativa sulle cattedre destinate a rimanere scoperte rispetto a docenti di ruolo.

  • Arezzo 100
  • Firenze oltre 300
  • Grosseto 100
  • Livorno 200
  • Lucca 250
  • Massa Carrara 100
  • Pisa 270
  • Prato 150
  • Pistoia 230
  • Siena 150

Oltre al paradosso di non riuscire a saturare con assunzioni l'offerta di posti disponibili, ce n'è anche un altro: gli stessi docenti esclusi da quelle assunzioni garantiranno la didattica come supplenti. 

Le materie più colpite

Quanto alle materie scolastiche, il sindacato evidenzia il numero enorme di posti rimasti vacanti in italiano alle scuole medie (370), mentre alle superiori sono un centinaio. 

Dato ritenuto preoccupante, poi, quello degli insegnanti di sostegno: sono oltre 300 i posti in Toscana che saranno non coperti da personale di ruolo, che si andranno a sommare alle altre migliaia di cattedre di sostegno attivate ogni anno con personale a tempo determinato. Tra le materie più scoperte, poi, scienze motorie e alcune discipline scientifico/tecnologiche.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno