Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE22°37°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 18 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il ricordo del Barcelona Guayaquil per Justin Cornejo: «Ora la nostra famiglia è incompleta»
Il ricordo del Barcelona Guayaquil per Justin Cornejo: «Ora la nostra famiglia è incompleta»

Cronaca martedì 05 dicembre 2023 ore 13:50

Dal mare al sushi, smascherata truffa milionaria

Guardia di Finanza - foto di archivio

Operazione Gold Fish della guardia di finanza sui finanziamenti pubblici alla filiera ittica dalla Sicilia alla Toscana passando per il Lazio



TRAPANI — Scoperta una maxi truffa legata alla filiera ittica e al sushi, coinvolta anche la Toscana. Sono stati i finanzieri del comando siciliano di Trapani ad eseguire un provvedimento cautelare, emesso dal gip di Tivoli su richiesta della procura europea di Palermo e Roma, per tre imprenditori in una inchiesta su una truffa da 4,5 milioni di euro ai danni di Unione europea, Stato e Regioni Sicilia, Lazio e Toscana. Uno degli indagati è finito agli arresti domiciliari, altri due hanno l'obbligo di dimora nel comune dove risiedono.

Nell'ambito dell'inchiesta, denominata Goldfish, sono stati sequestrati preventivamente beni, destinati alla successiva confisca, per circa 4 milioni e mezzo di euro. In totale gli indagati sono 6 persone operative in tutta Italia ma gravitanti nella provincia di Roma e legati a società con sedi nel Trapanese, a Roma, Guidonia e anche a Piombino nel Livornese attive nel settore dell'acquacoltura, dall'allevamento dell'avanotto fino alla produzione di sushi non solo per i ristoranti ma anche per i supermercati. 

Gli accertamenti delle fiamme gialle hanno mirato su contribuiti a fondo perduto alle società coinvolte nell'ambito del Programma operativo del Fondo europeo per gli affari marittimi e per la pesca 2014/2020 e nello specifico per progetti relativi alla realizzazione o al riattamento di siti produttivi. I reati contestati alle 6 persone coinvolte vanno dall'associazione per delinquere alla truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche fino all'autoriciclaggio e al trasferimento fraudolento di valori.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno