Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 03:33 METEO:FIRENZE22°31°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 29 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
F-16, Russia, Nato. Erdogan il più atteso al vertice di Madrid. Le partite parallele del Sultano

Attualità venerdì 11 novembre 2016 ore 15:41

Un occhio sulle città, 5 progetti per la sicurezza

Dalla Regione seicentomila euro contro il degrado urbano per cinque progetti di altrettanti Comuni: Firenze, Prato, Lucca, Pisa e Livorno



FIRENZE — La Regione, con il contributo anche del Consiglio regionale che ha messo a disposizione risorse risparmiate nel 2016, finanzierà cinque progetti di altrettante città toscane capoluogo, quelle che presentano un indice di delittuosità superiore alla media regionale, ovvero Firenze, Prato, Lucca, Pisa e Livorno.

 Così 120 mila euro (su 150 mila di spesa prevista) andranno a "Firenze vivibile", 143.570 (di 179.462) sono stati accordati a Prato per il progetto di sicurezza urbana integrata, 104 mila euro (su 130 mila) è il contributo per Lucca e 140 mila andranno al comune di Pisa (per una spesa di 183.760). 

Caso a parte è Livorno. "Qui il progetto sarà finanziato in toto – dice l'assessore regionale Vittorio Bugli – ed è stato presentato da un'associazione di categoria, un soggetto non istituzionale ma che abbiamo voluto premiare anche per significare che è giusto che le idee vengano anche da chi vive la città e non solo da chi la governa". 

A Firenze attenzione particolare sarà riservata alla movida notturna. Lo sottolinea l'assessore alla sicurezza Federico Giannassi, presente. La presenza nelle strade, di notte, di tante persone, che magari hanno alzato il gomito, degenera a volte in episodi di violenza. E' il fenomeno che riguarda ad esempio piazza Sant'Ambrogio, piazza Santa Croce o piazza Santo Spirito

Le azioni che saranno messe in campo passano da campagne di comunicazione, dall'organizzazione di riunioni con comitati di residenti ma anche dall'allestimento, in strada e nelle piazze il venerdì e sabato, di punti dove si potrà misurare il proprio grado alcolico e sedersi e bere poi bevande che aiutino a smaltire le so stanze eventualmente assunte. 

A Prato, contro il degrado che alimenta la devianza e innesca poi problemi di ordine pubblico, si punterà sulla creatività e sull'innovazione. Le zone prese in considerazione sono quelle del Macrolotto Zero, un'area dunque periferica, e del centro storico, tra via del Serraglio e via Magnolfi, dove la prima urgenza è lo spaccio di droga. Per il Macrolotto la strada è quella della Popart e di un centro culturale, con la riapertura di vecchi spazi industriali in disuso e laboratori e residenze artistiche. 

Il progetto di Pisa si muove tra due livelli: la prevenzione sociale da un lato e interventi di risanamento del tessuto urbano dall'altro. Ci saranno così laboratori nelle scuole e animazioni territoriali, ma anche un sostegno diretto alle persone senza dimora nei periodi di emergenza, quando fa troppo freddo o troppo caldo. Sul fronte invece degli arredi urbani l'attenzione si concentrerà sulla zona della stazione centrale.

La strategia proposta a Lucca si chiama "Quartieri_Social" e si basa sulla collaborazione tra pubblico e privato. 

A Lucca si punterà ad aumentare i servizi e le attività svolte dai "cittadini attivi" con un progetto ad esempio di controllo di vicinato e di videosorveglianza per favorire la sicurezza in città, sempre naturalmente in raccordo con le forze dell'ordine. Nel progetto c'è anche una app, che si potrà scaricare gratuitamente: dispenserà consigli utili e educherà i cittadini a evitare comportamenti che possono facilitare furti e illeciti, ma servirà anche a spedire immagini di oggetti rubati e recuperati o a inviare foto di aree degradate agli uffici comunali affinché si intervenga.

A Livorno il progetto interesserà la zona di piazza Garibaldi, da molti anni segnata da polemiche e proteste da parte di cittadini ed operatori economici che lamentano situazioni di crescente degrado. La Confersercenti ha proposto momenti di formazione rivolti ai commercianti, animazioni territoriali e interventi di micro-riqualificazione urbana scaturiti da un percorso partecipativo. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

VITTORIO BUGLI SU PROGETTI PER SICUREZZA CITTADINA - dichiarazione
FEDERICO GIANASSI SU PROGETTI PER SICUREZZA CITTADINA - dichiarazione
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'allarme per l'auto ribaltata fuori strada è scattato all'alba. Accorsi vigili del fuoco e sanitari. Per il conducente non c'è stato nulla da fare
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Monitor Consiglio

Cronaca