Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE14°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 24 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Atleta iraniano di MMA prende a calci ragazza che non indossa il velo

Attualità mercoledì 14 febbraio 2024 ore 18:40

Ferita da un laccio, lupa curata torna in libertà

La lupa è stata rimessa in libertà
La lupa è stata rimessa in libertà

La femmina di circa 3 anni era stata soccorsa con la zampa intrappolata in un cavetto metallico messo a bella posta in barba ai divieti



VAGLIA — Era stata soccorsa dai carabinieri forestali con la zampa ferita, intrappolata in un laccio vietato, un cavetto metallico piazzato a bella posta per catturare animali selvatici. Ora però una lupa di 3 anni circa è stata curata dai veterinari della Asl ed ha potuto riconquistare la sua libertà.

Tutto era partito dalla segnalazione di un cittadino agli stessi carabinieri per la presenza della lupa ferita, individuata nel territorio comunale di Vaglia. Arrivati sul posto, i militari constatavano la presenza della femmina di lupo di circa 3 anni, immobilizzata a terra per un arto bloccato da un cavetto metallico. L’animale era ferito alla zampa posteriore sinistra e, nel tentativo di liberarsi, si era lacerato alcune dita. Tuttavia, complessivamente, era vigile e reattivo e sembrava in buone condizioni di salute.

Vista la situazione, è stato allertato il servizio veterinario dell’Asl Centro a Firenze per valutare le condizioni della lupa. Due veterinari hanno raggiunto l'animale col personale di supporto e l’attrezzatura idonea per prestare le prime cure alla lupa. Liberata dal cavo metallico, è stata trasportata all’ambulatorio veterinario, dove è stata rimessa in sesto fino al lieto fine col ritorno in libertà.

Nel frattempo però i carabinieri forestali hanno ispezionato l’area, recuperando il cavo metallico utilizzato per catturare l’animale che è stato poi sequestrato.

Dalla perlustrazione dell’area circostante, dall’attenta osservazione del cavetto metallico e tenuto conto della modalità con cui era stato assicurato lungo un sentiero percorso da animali, i Forestali hanno dedotto che ignoti lo avessero piazzato per catturare animali selvatici in modo non consentito. Il fatto configura il reato di esercizio della caccia con mezzi non consentiti.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

I soccorsi prestati alla lupa
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno