Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE16°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 04 ottobre 2022

— il Blog di

Fino all'ultimo (e Il principe e il povero)

di - lunedì 16 maggio 2022 ore 07:30

Fino all’ultimo, al giorno prima della fine del mondo, la vita di sempre continuerà. Fino all’ultimo giorno, per un istinto acquisito in anni di pratica e divenuto ormai una seconda natura, il tecnico, cioè l’esperto di un mestiere che non nomino onde non urtare la suscettibilità dei colleghi onesti, continuerà a speculare sul conto da presentare al cliente (dove “speculare” è un eufemismo).

Il leguleio (o il burocrate pedante) continuerà a spaccare il capello in quattro, poiché, per lui, la sua professione si fonda sui cavilli.
Il mendicante continuerà a implorare l’elemosina sulla soglia della chiesa fidando sulla presunta bontà di coloro che si recano in un simile luogo. Ma la Carità sappiamo cosa sia? Tutti mendichiamo qualcosa, ma non sappiamo né dare né ricevere.
Il giornale ics, i cui dipendenti sono liberi di essere accondiscendenti o di pensarla allo stesso modo del proprietario, continuerà a stigmatizzare gli sprechi dello Stato omettendo di ricordare i sussidi e le sovvenzioni che riceve (per il compito che s’è assegnato di "imparziale" informazione): la pagliuzza nell’occhio dell’altro al posto della trave nel proprio.
Il TG continuerà ad accostare alle distruzioni e alle atroci violenze della guerra le “ricorrenze” dei divi dello spettacolo, definiti geni senza il pudore delle parole; dopo averci mostrato i bambini nei rifugi, sotto i bombardamenti, insieme al compleanno della nipotina della regina d’Inghilterra, con candore stupefacente e l’intento di creare personaggi circonfusi dell’aura del mito. Tutto ciò senza il dubbio che il telespettatore potrebbe chiedersi se è una notizia l'aristocratico genetliaco e per quale disegno celeste, per quale fato astrale, per quale merito, un bambino è destinato al trono e un altro si trova in un sotterraneo in pericolo di vita? e se le parti potrebbero essere scambiate come nel Il principe e il povero di Mark Twain.

Noi poveracci, per ataviche abitudini, continueremo a risparmiare qualche centesimo sulla spesa; a guardarci nello specchio nell’anticlimax di: possiamo ancora piacere? siamo appena presentabili? non è che suscitiamo repulsione?

Continueremo a inveire contro l’automobilista che ha occupato la carreggiata, facendoci perdere alcuni secondi, senza ragguagliarsi sul motivo che l’ha spinto o costretto.
Io, malato immaginario, col sospetto delle più disparate patologie e ipocondriaco nevrastenico con la paura di quelle di cui potrei ammalarmi, continuerò a trascurare la salute e a preoccuparmi di un pinzo di pulce e a interrogarmi sulle conseguenze di bere un bicchier d’acqua.


L'articolo di ieri più letto
A scoprire i corpi dei due, fiorentini, sono stati i carabinieri a seguito dell'allarme lanciato da una donna che non riusciva a contattarli
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Monitor Consiglio

Cronaca

Attualità

Cronaca