Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:05 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 13 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Stupro o sesso consenziente? Alcol, chat, testimonianza. Cosa dicono i giudici che i nostri figli devono sapere

Cronaca lunedì 19 ottobre 2015 ore 14:03

Il broker che viaggiava su auto di lusso

Proponeva soluzioni personalizzate per i propri clienti ai danni dei creditori. Il suo giro d'affari smascherato dalla Guardia di Finanza.



MONTECATINI TERME — Quando è stato fermato e arrestato, il finto broker stava viaggiando a bordo di una costosa auto nei dintorni di Modena. Dentro, una gran quantità di cellulari, un personal computer, un rolex  e un trolley con i suoi effetti personali. L'uomo è originario di Montecatini e aveva stabilito la propria centrale operativa a Milano.

Dalle indagini condotte dalla Guardia di Finanza hanno portato alla luce il giro di affari criminale da lui stesso organizzato. L'uomo proponeva ai propri clienti soluzioni personalizzate il cui scopo era la salvaguardia degli interessi e dei beni di società in stato di insolvenza. I suoi servizi erano pubblicizzati anche su internet, tramite annunci. 

Le sue operazioni, però, erano estremamente opache, grazie anche alla rete di prestanome e di aziende anche di diritto comunitario assoldate dal consulente che garantivano il dissolversi dei patrimoni delle aziende. Il tutto a vantaggio dei clienti e a danno dei loro creditori. 

Le tecniche usate dal broker andavano dalla modifica dell'assetto societario tramite acquisizione di quote delle società all'accensione di conti ad hoc, fino all'emissione di fatture per operazioni inesistenti e la cessione a persone residenti all'estero di quel che rimaneva delle società. Il trasferimento oltre i confini italiani garantiva la definitiva perdita di qualsiasi traccia delle aziende. 

L'uomo, nei cui confronti è stata disposta l'ordinanza di custodia cautelare in carcere, è indagato per associazione a delinquere transnazionale aggravata, finalizzata alla commissione di reati fallimentari, fiscali e riciclaggio. Con lui sono indagate altre 26 persone.

Perquisite le abitazioni dei prestanome e sequestrati beni ai fini della confisca per un valore complessivo di oltre 1 milione di euro.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La Regione ha predisposto un calendario che prevede, dal 12 al 15 Maggio, l'apertura graduale delle agende. Ma scarseggiano i posti per i sessantenni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Monica Nocciolini

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità