Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:03 METEO:FIRENZE18°26°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 25 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Kenya, scene di guerriglia urbana: i manifestanti prendono d'assalto gli edifici del Parlamento
Kenya, scene di guerriglia urbana: i manifestanti prendono d'assalto gli edifici del Parlamento

Attualità sabato 27 maggio 2023 ore 11:45

Mattarella a Barbiana per i 100 anni di Don Milani

mattarella a barbiana
Il presidente della Repubblica Mattarella a Barbiana

Per la prima volta un capo dello Stato è giunto in visita nei luoghi legati alla vita e all'opera di don Lorenzo Milani di cui ricorre il centenario



VICCHIO — Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella si è recato stamani a Barbiana, nel territorio comunale di Vicchio in provincia di Firenze, per visitare i luoghi legati alla vita e all'opera di don Lorenzo Milani in occasione del centenario della nascita.

Si tratta della prima tappa toscana che vede impegnato oggi 27 Maggio il presidente Mattarella, ed è la prima volta che un capo dello Stato si reca a Barbiana, dove nel 2017 era invece giunto in visita Papa Francesco.

Mattarella è arrivato con l'elicottero, e con lo stesso mezzo ha poi lasciato Vicchio. Nel pomeriggio sempre in Toscana, ma a Firenze, è previsto un suo intervento alle commemorazioni per la strage di via dei Georgofili di cui ricorre il trentennale.

Ad accogliere il presidente della Repubblica in Mugello le più alte cariche istituzionali del territorio, dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani al presidente del Consiglio regionale della Toscana Antonio Mazzeo e al viceprefetto Eugenio Pitaro, oltre ai sindaci di Firenze e metropolitano Dario Nardella e di Vicchio Filippo Carlà Campa.

Mattarella è atterrato vicino alla scuola di Barbiana per spostarsi poi al cimitero dove è sepolto don Milani per un omaggio. Quindi la visita alla cappella dove lo hanno accolto la presidente del Comitato nazionale per il centenario della nascita di don Lorenzo Milani, Rosy Bindi, e il presidente della Fondazione don Milani Agostino Burberi. 

Nel suo percorso a Barbiana ad accompagnare il presidente, tra gli altri, anche il presidente della Cei Matteo Maria Zuppi e l'arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori. Per la Regione Toscana oltre al presidente Giani hanno preso parte alle iniziative e alla XXII edizione della Marcia di Barbiana le assessore regionali Alessandra Nardini e Serena Spinelli.

Il Comitato nazionale per il Centenario della nascita di Don Milani ha ricevuto l'Alto patronato del presidente della Repubblica, che oggi ha messo l'accento sul profilo di educatore e maestro di Don Milani, guida per tanti giovani nella sua qualità di testimone anche scomodo della realtà, capace di discernimento nella valutazione e applicazione delle regole e pioniera di una cultura che ha combattuto privilegio ed emarginazione.

Il presidente Giani si è soffermato sull'operato pedagogico di Don Milani: “Ha contribuito alla maturazione di valori e principi che ora ci appaiono più comprensibili - ha detto - proprio perché lui li coltivò contro ogni ostacolo. Qui a Barbiana, con la sua scuola e poi con ‘Lettere ad una Professoressa’, costruì una nuova pedagogia sintetizzata nella straordinaria frase ‘Se si perde gli ultimi, la scuola non è più scuola. E’ un ospedale che cura i sani e respinge i malati’”.

“Don Lorenzo Milani è una figura per tutti noi riferimento di impegno culturale, sociale e politico. Lo testimonia la presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, messaggio chiaro a investire tanto sulla scuola e sulla formazione, e sull’apertura e l’inclusione in un tempo in cui c’è la voglia di ritorno a chiusure, a far saltare ponti anziché costruirli”, ha dichiarato nel corso dell'iniziativa il presidente Mazzeo.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno