Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:08 METEO:FIRENZE21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
martedì 19 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni comunali, il Pd ha vinto ma la battaglia per le Politiche sarà diversa

Attualità martedì 22 novembre 2016 ore 12:10

Neve, dalla Regione altri dieci milioni

Il presidente Enrico Rossi ha annunciato lo stanziamento di fondi in aggiunta a quelli garantiti dal Governo con la firma dell'accordo all'Abetone



ABETONE — I finanziamenti serviranno a migliorare e ampliare gli impianti sciistici dell'Appennino tosco-emiliano e a promuovere il turismo, non solo invernale, in modo da creare un unico grande comprensorio.

Alla firma sul protocollo, per la cui attuazione è previsto un successivo accordo, erano presenti il sottosegretario di Stato Luca Lotti, il presidente della Toscana Enrico Rossi l'assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo, il sindaco di Abetone Giampiero Danti e i sindaci dell'Unione dei Comuni dell'Appennino pistoiese.

"E' una svolta per la montagna – ha detto il presidente Rossi – la Regione in questi anni ha dato sempre comunque una mano mettendoci 4 milioni per piste e impianti, però eravamo arrivati a un punto complicato che grazie all'intervento del governo adesso possiamo sbloccare. Questi 20 milioni consentono di disegnare uno scenario per lo sviluppo della montagna pistoiese: ai 20 milioni la Toscana ne aggiungerà altri 10, 5 già stanziati e altri 5 da stanziare nei prossimi 3 anni. Tutte queste risorse permetteranno di potenziare la promozione non solo per il periodo invernale ma anche per quello estivo. Siamo disponibili a metterci subito a lavoro anche per assistere i vari Comuni a sbloccare i finanziamenti".

"Ringraziamo – ha aggiunto l'assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo – il Governo per l'attenzione, consistente e tangibile come non mai, che rivolge al sistema montano del nostro Appennino perché siamo convinti che ammodernare, sostituire o ampliare gli impianti sciistici e di risalita è il modo principale per ridare prospettiva alle nostre aree montane, perchè è innegabile che l'attività sportiva è la principale motivazione di attrazione per l'Appennino e grazie quindi a questo tipo di flussi turistici ne gode la montagna nel suo insieme. Oggi parte un percorso con una visione di lungo periodo per il rilancio e qualificazione di questi territori che hanno di per sé una forte caratterizzazione ed identità nel proprio patrimonio naturalistico, ambientale, paesaggistico, storico e culturale. L'intento è quello di offrire un ‘prodotto' turistico integrato in termini verticali e trasversali per tutto quello che la montagna può offrire. La Regione negli ultimi sette anni ha messo a destinato, a vario titolo, risorse per oltre 13 milioni di euro per il sistema montagna della Toscana nel suo complesso".

Servizio di Dario Pagli
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La vettura, nell'impatto col suolo, si è ribaltata, riportando danni ingentissimi. Il dirupo è situato nei pressi della linea ferroviaria
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Politica

Lavoro