Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:35 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 30 gennaio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
I consigli estetici di De Luca a Bonaccini: «Lo voto, ma spunti quella barba e si tolga gli occhiali a goccia»

Attualità martedì 03 marzo 2015 ore 09:42

Contro la ludopatia arriva il logo "No slot"

La Regione ha deciso che i locali che rinunceranno alle macchinette mangiasoldi potranno esporre questo marchio e beneficiare di uno sconto sull'Irap



FIRENZE — Chi deciderà invece di continuare a mantenere nel proprio bar, ristorante o esercizio commerciale le slot machine, i videopoker o una delle altre macchinette così dette 'mangiasoldi' vedrà un'aumento dell'aliquota dell'imposta sulle attività produttive. Lo sconto per i locali "no slot" sarà di mezzo punto percentuale, mentre per gli altri l'Irap sarà maggiorata dello 0,30%.

Tutto questo è quanto stabilito dalla giunta regionale, su proposta della vicepresidente con delega al sociale Stefania Saccardi, che ha deciso di istituire un Osservatorio sul fenomeno della dipendenza da gioco che avrà la sua sede nella direzione regionale di Sanità. Sarà questo organismo - formato da tre assessori regionali (salute, formazione, commercio), tre consiglieri regionali, tre rappresentanti dei Comuni, tre esponenti del volontariato, tre esperti e un rappresentante per ogni USL toscana - a decidere quale sarà il logo "No slot" che gli esercizi commerciali potranno affiggere.

Il regolamento approvato in giunta di fatto rende esecutiva la legge del 2013 che vieta anche la costruzione di sale scommesse, o luoghi dove è possibile vincere denaro, a meno di 500 metri da scuole, luoghi di culto, centri socio-ricreativi e sportivi, strutture sanitarie o socio-assistenziali.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Stefania Saccardi - video
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno