Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:50 METEO:FIRENZE10°21°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
giovedì 25 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Funerali di Stato per Attanasio e Iacovacci: la moglie dell'ambasciatore in prima fila con le figlie

Attualità giovedì 03 maggio 2018 ore 16:25

Banche, arbitrati Anac, definiti il 10% de ricorsi

Ad oggi sono stati ammessi al Fondo di solidarietà 181 correntisti di Banca Etruria, Banca Marche, Carife e Carichiest. Rimborsi per 3,7 milioni



ROMA — L'Anac (l'Autorità anticorruzione) ha valutato ad oggi 181 istanze di accesso al Fondo di solidarietà istituito per risarcire i correntisti  che avevano sottoscritto le obbligazioni subordinate di Banca Etruria, Banca Marche, Carife e Carichieti e che quindi avevano perso i loro risparmi con il decreto salvabanche del governo Renzi. Si tratta del 10 per cento delle domande presentate: 144 sono state accolte, 27 respinte e 10 sono state dichiarate inammissibili. 

Complessivamente i ristori ammontano a 3 milioni e 765mila euro. 

"Per comprendere la rapidità dei tempi di giudizio - ha sottolineato il presidente dell'Anac Raffaele Cantone - considerate che ogni arbitrato è assimilabile a un processo e richiede pertanto non solo un contraddittorio fra le parti ma anche la redazione di quella che è di fatto una sentenza, in cui vengono affrontate questioni di diritto particolarmente complesse".

Per quanto riguarda Banca Etruria, le domande esaminate sono state 87 e di queste ne sono state accolte 69, per un totale di due milioni di euro ri ristori. La somma più bassa riconosciuta a un correntista è tremila euro, quella più alta arriva 250mila.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità