Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:FIRENZE15°25°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
mercoledì 05 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Governo, Meloni: «Sui tempi dell'esecutivo chiedete al Colle, non a me»

Imprese & Professioni lunedì 29 marzo 2021 ore 10:30

​Casa a basso impatto ambientale: perché conviene e cosa considerare

Un’abitazione che ha impianti e dispositivi smart che autoregolano l’accensione, lo spegnimento e la regolazione dei consumi è un’abitazione efficiente



TOSCANA — Negli ultimi anni in Italia e nel resto d’Europa sta diventando preponderante l’aspetto della tutela dell’ambiente, con una sempre maggiore fetta di popolazione che si dice disposta a fare la propria parte per la protezione del pianeta. Anche l’impatto ambientale della propria abitazione diventa fondamentale a tal proposito, scopriamo perché.

Una casa efficiente è una casa green

Un’abitazione che ha impianti e dispositivi smart che autoregolano l’accensione, lo spegnimento e la regolazione dei consumi è un’abitazione efficiente, in quanto riduce al minimo (o elimina del tutto) ogni tipo di spreco e ottimizza i consumi necessari per mezzo della tecnologia. Quali caratteristiche dovrà avere una casa che possa dirsi davvero a basso impatto ambientale? Prima di tutto dovrà sfruttare energie rinnovabili (fotovoltaico in primis) ed essere ben coibentata; di conseguenza, l’abitazione sarà anche isolata termicamente, azzerando così gli sprechi. Da non sottovalutare anche l’importanza della scelta dell’arredo: in questo caso si dovrà infatti optare per mobili e complementi d’arredo che siano ecofriendly e quindi sostenibili, approfittando delle numerose soluzioni di tendenza disponibili oggi sul mercato.

Cosa valutare?
Quando si parla di efficientamento molti fanno un passo indietro per via dei costi da affrontare, che spesso scoraggiano anche i più intenzionati a dare il proprio prezioso contributo alla questione. Bisogna sapere, però, che esistono soluzioni che possono rivelarsi davvero utili in questo senso: ne è un esempio l’ecobonus 2021, che prevede diverse detrazioni fiscali che ogni contribuente può sfruttare quando deve sostenere spese relative a interventi di riqualificazione energetica dell’edificio abitativo. Per i casi per i quali sono necessari degli interventi di ristrutturazione più importanti è invece consigliabile scegliere un prestito pensato a questo scopo; per limitare le spese è bene prima di tutto consultare siti di banche online per capire come confrontare i prestiti, e poi richiedere diversi preventivi a imprese edili e professionisti del settore, per rientrare meglio nel budget che ci si è prefissi. Così facendo sarà possibile avviare quanto prima i lavori e diluire invece la spesa in un certo lasso di tempo, così da renderla più accessibile.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Lo scontro è avvenuto attorno all'ora di pranzo e ha coinvolto due automobili. Due uomini, una ragazza e due minorenni sono stati portati in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Qui Ambiente

Ultimi articoli Vedi tutti

RIGASSIFICATORE

Attualità

Attualità

Attualità