Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:25 METEO:FIRENZE13°20°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Attualità domenica 08 novembre 2020 ore 17:30

Covid, emergenza posti anche negli ospedali pisani

Spazi saturati nel Covid Hospital e nei reparti riconvertiti a Cisanello. Allarme per i posti di terapia intensiva. Dieci posti aperti in area medica



PISA — Il problema dei posti per i pazienti Covid negli ospedali toscani si aggrava di giorno in giorno. Oggi, con il bollettino regionale che parla di 118 nuovi ricoveri nei reparti Covid (iieri 72) e di 12 nuovi ricoveri in terapia intensiva (ieri 5), il nuovo allarme arriva da Pisa. 

Secondo quanto affermato dalla direttrice generale dell'Azienda Ospedaliero Universitaria di Pisa Silvia Briani, l'impennata di contagi delle ultime settimane ha "determinato la saturazione degli spazi disponibili nel Covid Hospital del Santa Chiara e, a Cisanello, della Bolla Covid e degli altri reparti di area medica riconvertiti in degenze Covid nelle scorse settimane: un piano articolato che ha permesso finora di mantenere in piedi due regimi, e quindi di portare avanti, oltre ai percorsi dell'emergenza-urgenza e dell'oncologia, anche l''80% dell'attività chirurgica di elezione". Il problema, prosegue la direttrice generale, è che "allo stato attuale, però, visti i crescenti numeri della pandemia, si pone la necessità di rendere disponibili anche le postazioni di terapia intensiva dell'Edificio 30 di Cisanello" con la conseguenza di "un'inevitabile ulteriore riduzione dell'attività chirurgica programmata, che verrà definita in accordo con la Regione e le altre componenti aziendali". 

In giornata l'azienda ospedaliero universitaria ha fatto sapere di aver aperto oggi altri 10 posti in area medica nell'Edificio 30 di Cisanello, a disposizione degli eventuali ricoveri Covid in arrivo al pronto soccorso. Domani se ne potrebbero aggiungere altri 14 in caso di necessità in modo da "attuare anche nelle degenze specialistiche dell'Edificio 30" il "piano di progressiva espansione".

In mattinata, su Facebook, a lanciare l'allarme sulla necessità di nuovi posti in terapia intensiva per  i malati di Covid era stato il primario del reparto di Anestesia e Rianimazione di Cisanello Paolo Malarcarne che ha scritto: "Mancano i posti letto intensivi e sub-intensivi per i malati covid? Purtroppo sì". Per Malacarne "è tempo di cambiare rapidamente rotta, e decidere coinvolgendo in queste decisioni chi ha esperienza di questi malati e ha certamente buone idee e soluzioni da proporre".

Mancano i posti letto intensivi e sub-intensivi per i malati covid ? Purtroppo SI ! Come era facilmente prevedibile e...

Pubblicato da Paolo Malacarne su Domenica 8 novembre 2020
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il commissario per l'emergenza Covid Figliuolo: "Sarà un'apertura graduale visto il buon andamento della campagna vaccinale contro il Covid-19"
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità