Questo sito contribuisce alla audience di 
Toscana Media News quotidiano online.
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:50 METEO:FIRENZE15°  QuiNews.net
Toscana Media News - Giornale Online
lunedì 19 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Attualità domenica 28 febbraio 2021 ore 15:00

Covid, segnali preoccupanti da Siena e Arezzo

Alle Scotte crescono i ricoveri. Nella geriatria del San Donato, dove c'era stato un caso di variante brasiliana, ci sono altri quattro positivi



AREZZO E SIENA — Altri quattro pazienti del reparto di Geriatria dell'ospedale San Donato di Arezzo sono stati trasferiti nella degenza Covid. Sale così a 7 il numero totale dei positivi nel reparto che è stato messo in quarantena. Il primo caso era risultato una variante brasiliana e tutti gli altri tamponi sono stati inviati al laboratorio dell'azienda universitaria senese per la verifica. I pazienti negativi in geriatria vengono sottoposti a tamponi ogni 48 ore. Non si registrano, dopo il singolo caso di un operatore socio sanitario, altri positivi tra il personale del reparto. Oggi nell'aretino sono stati registrati 154 nuovi positivi.

Aumentano i ricoverati nel reparto Covid dell'ospedale Le Scotte di Siena. Negli ultimi tre giorni ci sono stati 14 ingressi, 1 decesso e solo 6 dimissioni. Attualmente sono 89 i pazienti Covid ricoverati, di cui 15 in terapia intensiva e 14 con assistenza respiratoria tramite casco. 

Da Aou hanno fatto sapere che è stato già attivato il piano di emergenza, che prevede la possibilità di ricoverare anche in aree dipartimentali, all’interno del lotto 3, una volta esaurita la capacità ricettiva del padiglione Covid, con un sistema a fisarmonica che può allargarsi in base alle necessità assistenziali. Al momento infatti ci sono 73 pazienti in Covid Unit, 11 pazienti in malattie infettive e 4 in area dipartimentale. Oggi nel Senese ci sono 90 nuovi positivi al coronavirus. 

"Monitoriamo costantemente l’andamento dei contagi anche grazie al grande lavoro della nostra Microbiologia e Virologia – ha detto il professor Antonio Barretta, direttore generale dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese – che ogni giorno analizza circa 2mila tamponi, oltre alle tipizzazioni per la ricerca e il sequenziamento delle varianti che sono sempre più diffuse e molto contagiose. Rispetto alla prima ondata abbiamo registrato una maggior diffusione del virus nelle persone più giovani. Circa il 20% dei contagiati è rappresentato da bambini e ragazzi e il 30% riguarda invece la fascia d’età compresa tra 50 e 60 anni, anche con maggior gravità rispetto al passato, mentre il virus colpisce circa il 5% degli over 65". 

Il dottor Barretta ha parlato anche del caso di due bambini ricoverati alle Scotte per Covid.

Contestualmente all’Aou Senese va avanti, con grande impegno da parte di tutto il personale, la campagna vaccinale che, alla data del 27 Febbraio registra un totale di 14123 dosi suddivise tra 9460 prime dosi e 4663 seconde dosi. La vaccinazione, alle Scotte, è riservata a tutti i professionisti dell’ospedale, personale di altri enti del Servizio Sanitario, studenti universitari e ditte esterne che lavorano con l’ospedale, in modo da mettere presto in sicurezza tutte le persone che, a vario titolo, lavorano in ospedale.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una donna di 32 anni residente in provincia di Lucca è stata trovata senza vita in un appartamento in Valle d'Aosta. Non se ne avevano notizie da ore
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità